Giro d’Italia: il direttore sportivo di Ineos è ‘molto contento’ dei giorni di apertura della squadra

”]“filter”: {” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}}”>

Non perdere un momento dalla Parigi-Roubaix e Unbound Gravel, al Giro d’Italia, Tour de France, Vuelta a España e tutto il resto quando > “,” name “:” in-content-cta “,” type : “link”}} “>Unisciti +.

È stata un’apertura di più giorni relativamente tranquilla al Giro d’Italia per Ineos Grenadiers poiché ha evitato potenziali incidenti durante le tappe su strada e ha concluso con quattro corridori tra i primi 20 nella prova di sabato.

Con la corsa che si sposta in Italia, il miglior pilota di Ineos è stato il 20enne Ben Tolet al sesto posto, a 13 secondi da Simon Yates (Team BikeExchange-Jayco), che guida i contendenti in assoluto. Richie Porte è 13° con altri nove secondi mentre il capitano Richard Carapaz è stato deludente, ma non disastroso, piazzandosi 15° assoluto, dopo altri due secondi.

“[I’m] “Molto felice, molto felice per i ragazzi”, ha detto Matteo Tosato, Direttore Sportivo di Ineos. “Le prestazioni ma soprattutto tutto è a posto, senza incidenti. Richie Porte è l’unico che ha avuto un piccolo incidente il primo giorno.”

Leggi anche: Richard Carapaz: “Ci fa bene l’equilibrio” dopo l’apertura del Giro d’Italia

“Penso che domani abbiamo il nostro primo giorno di riposo e siamo pronti per le tappe più importanti per noi, ma a Budapest, in particolare al TT, è stata davvero una grande prestazione”, ha detto Tosatto. “Tutti i giocatori sono pronti per una tappa molto importante in Italia. Il punto più importante è che i piloti sono molto contenti e sono un gran bel gruppo”.

READ  Scherma - La Corea del Sud vince l'oro nella finale di sciabola maschile

La prima tappa di montagna del Giro sarà all’ordine del giorno martedì mentre la corsa si sposta in Sicilia, con la vetta che terminerà sull’Etna che ha una pendenza totale di 25,6 chilometri e una pendenza massima del 15%.

“La prima tappa in Italia è una tappa molto difficile”, ha detto Tosatto. “E’ un grande test. Immagino [it is] La prima volta che il Giro è andato sull’Etna è stato attraverso questa via perché spesso era un approccio diverso, ma penso che sia tutto pronto per la grande tappa. Richard è ancora bravo e Ben Tolet è anche Pavel [Sivakov]Richie Porte”.

È il Team Ineos che copre diversi livelli di età ed esperienza con Tollett, da un lato, che guida il suo primo Grand Tour, e Porte, dall’altro, che corre la sua 17a gara.

“È una super band”, ha detto Tosatto. “Sto guardando il bus, ma anche in gara, è molto bello comunicare all’inizio, nel mezzo, anche in finale che è molto importante. Lo adoro”.

“Ho diversi piloti nel team che hanno avuto molta esperienza con Ben Swift, [Salvatore] Puccio e Castro [Jonathan Castroviejo] Penso che sia meglio per i giovani piloti. Ho anche Richard Karabaz, il capitano. Penso che ora siano tutti in ottima forma”.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x