Gli avvistamenti di rover della NASA rinnovano le preoccupazioni sui detriti spaziali umani | Marte

Di solito, il rover “Perseverance” della NASA invia immagini suggestive di paesaggi polverosi e cupi, tempeste di sabbia color rosso e campioni di roccia marziana. Quindi i suoi operatori sono stati sorpresi di ricevere lunedì la foto di un oggetto d’argento lucido che sembrava un fascio fragile e trascurato incastrato tra due rocce.

Il team della NASA ha concluso che l’oggetto era un frammento di detriti lanciato dall’astronave robotica durante la sua discesa nel febbraio 2021.

“Il mio team ha scoperto qualcosa di inaspettato: è un pezzo di una coperta termica che pensano possa provenire dalla mia fase di discesa, il jet pack a razzo che mi ha portato al giorno dell’atterraggio nel 2021”, Account Twitter di perseveranza menzionato.

“Questo pezzo di latta lucente fa parte di una coperta termica, una sostanza utilizzata per controllare le temperature. È una sorpresa scoprirlo qui: la mia fase di discesa si è schiantata a circa 2 km di distanza. Questo pezzo è atterrato qui allora o è stato spazzato via da il vento?”

L’immagine ha riacceso i timori che l’esplorazione dello spazio minacci di inquinare gli ambienti incontaminati di Marte e della Luna. Il Il Trattato sullo spazio extraatmosferico del 1967 Crea un obbligo ai sensi del diritto internazionale per evitare l’inquinamento dannoso dello spazio, della luna e di altri corpi celesti, ma alcuni sostengono che la legge non sia sufficientemente dettagliata per garantire la protezione.

Tuttavia, nella cucciolata di perseveranza, il professor Andrew Coates, astronomo dell’UCLA Mullard spazio Il laboratorio scientifico ha affermato: “La buona notizia è che tutto viene sterilizzato prima di andare su Marte e l’ambiente delle radiazioni spaziali aiuta durante il viaggio di nove mesi su Marte, così come l’aspro ambiente della superficie”.

READ  Guarda come il rover persistente si muove autonomamente su Marte

“Dato che è molto difficile atterrare Marte A causa della sottile atmosfera, i mezzi da sbarco sono quasi sempre associati all’hardware del sistema di atterraggio che atterra anche in superficie – paracadute, missili posteriori, sistemi di atterraggio – come il sollevamento celeste Perseverance e Curiosity, airbag e sistemi missilistici legacy per missioni precedenti. “Questi volano fino al tramonto.” dal luogo di atterraggio e alla fine si schiantano, ma il rischio di contaminazione è molto basso.”

Evitare l’inquinamento è essenziale per compiti come la perseveranza, che cercano in loro segni di vita antica Cratere Jezero su Marte. Gli scienziati ritengono che più di 3,5 miliardi di anni fa, l’area sia stata inondata e ospitasse antichi delta fluviali. È ipotizzabile che la vita microbica possa essere sopravvissuta su Jezero durante questo periodo più umido, quindi l’imbarcazione delle dimensioni di un’auto raccoglie campioni di suolo per tornare sulla Terra che gli scienziati possono valutare per segni di vita antica.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x