― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldGli Houthi nello Yemen attaccano due navi e un cacciatorpediniere americano

Gli Houthi nello Yemen attaccano due navi e un cacciatorpediniere americano

Nuova Delhi: il gruppo armato Houthi entra Yemen Il gruppo ha rivendicato l'attacco di domenica a due navi civili e ad un cacciatorpediniere della marina americana nel Mar Rosso e nel Mar Arabico.
Secondo Yahya Sarie, portavoce militare Houthi, il gruppo ha lanciato missili balistici contro la nave da guerra americana, missili navali su una nave denominata “Captain Paris” e droni su un’altra nave chiamata “Happy Condor”. L’entità del danno, se del caso, non è ancora chiara.
Una nave situata a 40 miglia nautiche a sud della città yemenita di Mokha ha subito due quasi esplosioni domenica mattina presto, ha riferito UK Maritime Trade Operations (UKMTO).
Secondo quanto riferito, la nave e il suo equipaggio sono sani e salvi e stanno continuando il viaggio, sebbene l'identità della nave non sia stata rivelata.
IL Gli HouthiGli alleati dell’Iran, che controllano la capitale yemenita e la maggior parte dei suoi centri abitati, hanno effettuato numerose operazioni. Attacchi Riguardo al traffico di navigazione internazionale nella regione del Mar Rosso da novembre, esprime la sua solidarietà ai palestinesi.
Questi attacchi hanno interrotto il commercio globale, costringendo gli armatori a deviare le loro navi dal Canale di Suez. In risposta, gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno lanciato attacchi di ritorsione da febbraio.

function loadGtagEvents(isGoogleCampaignActive) { if (!isGoogleCampaignActive) { return; } var id = document.getElementById('toi-plus-google-campaign'); if (id) { return; } (function(f, b, e, v, n, t, s) { t = b.createElement(e); t.async = !0; t.defer = !0; t.src = v; t.id = 'toi-plus-google-campaign'; s = b.getElementsByTagName(e)[0]; s.parentNode.insertBefore(t, s); })(f, b, e, 'https://www.googletagmanager.com/gtag/js?id=AW-877820074', n, t, s); };

function loadSurvicateJs(allowedSurvicateSections = []){ const section = window.location.pathname.split('/')[1] const isHomePageAllowed = window.location.pathname === '/' && allowedSurvicateSections.includes('homepage')

if(allowedSurvicateSections.includes(section) || isHomePageAllowed){ (function(w) { var s = document.createElement('script'); s.src="https://survey.survicate.com/workspaces/0be6ae9845d14a7c8ff08a7a00bd9b21/web_surveys.js"; s.async = true; var e = document.getElementsByTagName('script')[0]; e.parentNode.insertBefore(s, e); })(window); }

}

window.TimesApps = window.TimesApps || {}; var TimesApps = window.TimesApps; TimesApps.toiPlusEvents = function(config) { var isConfigAvailable = "toiplus_site_settings" in f && "isFBCampaignActive" in f.toiplus_site_settings && "isGoogleCampaignActive" in f.toiplus_site_settings; var isPrimeUser = window.isPrime; if (isConfigAvailable && !isPrimeUser) { loadGtagEvents(f.toiplus_site_settings.isGoogleCampaignActive); loadFBEvents(f.toiplus_site_settings.isFBCampaignActive); loadSurvicateJs(f.toiplus_site_settings.allowedSurvicateSections); } else { var JarvisUrl="https://jarvis.indiatimes.com/v1/feeds/toi_plus/site_settings/643526e21443833f0c454615?db_env=published"; window.getFromClient(JarvisUrl, function(config){ if (config) { loadGtagEvents(config?.isGoogleCampaignActive); loadFBEvents(config?.isFBCampaignActive); loadSurvicateJs(config?.allowedSurvicateSections); } }) } }; })( window, document, 'script', );

READ  Un fotografo scatta una foto inaspettata del Papa