Gli incendi che infuriano negli Stati Uniti occidentali minacciano Flagstaff, in Arizona | Notizie sul clima

Dozzine di incendi hanno bruciato in condizioni calde e secche negli Stati Uniti occidentali, incluso un incendio causato da un fulmine che si stava dirigendo verso la più grande città dell’Arizona settentrionale.

Lunedì il fumo ha coperto la città di montagna di Flagstaff. La foresta nazionale circostante ha annunciato una chiusura completa prevista per la fine di questa settimana, la prima volta dal 2006.

Le temperature estreme che hanno ostacolato gli sforzi antincendio più ampi dovrebbero raffreddarsi nei prossimi giorni. Ma il National Weather Service ha indicato che potrebbe portare a incertezza per le squadre antincendio.

“L’umidità e la possibilità di qualche pioggia sparsa è una buona cosa”, ha detto il meteorologo Andrew Taylor. “Il fulmine non è una buona cosa.”

In California, i vigili del fuoco devono ancora affrontare l’arduo compito di cercare di contenere un grande incendio nelle aspre montagne costiere a sud di Big Sur che ha costretto l’evacuazione di un monastero buddista e di un campo vicino.

A Globe, in Arizona, negli Stati Uniti, all’inizio di giugno, i vigili del fuoco dell’Arizona stavano combattendo per prendere piede in un enorme incendio, uno dei due che ha costretto migliaia di evacuazioni nelle città rurali e ha chiuso quasi tutte le principali autostrade al di fuori dell’area. [File: Joseph Pacheco via AP]

Nel New Mexico, gli incendi causati dai fulmini stanno divampando nella parte meridionale dello stato, dove gran parte del Gila Wilderness rimane chiuso, e i vigili del fuoco stanno tenendo d’occhio il Gila Cliff Dwellings National Monument.

Più terra è stata bruciata in tutta l’Arizona fino a quando nuovi incendi iniziano a deviare rapidamente le risorse. Mentre la stragrande maggioranza degli incendi è attribuita agli umani, i fulmini hanno causato un incendio in un’area di 80 chilometri quadrati (31 miglia quadrate) a ovest di Sedona che si stava dirigendo verso Flagstaff, soprannominata il “Fuoco di Raffaello”.

A un gruppo dirigente di alto livello è stato ordinato di sorvegliare il fuoco che bruciava nel tappeto erboso, nel ginepro, nel chaparral e nel pino ponderosa.

READ  Le vacanze di dicembre in tutto il mondo / in Giappone aspettano Omisoka

Alcuni campi sono già stati evacuati e ai residenti rurali è stato chiesto di prepararsi a evacuare in qualsiasi momento, ha affermato John Paxton, portavoce della polizia della contea di Coconino.

Se il fuoco continua a spingerlo a nord-est, ha detto Paxton, potrebbero essere colpite anche centinaia di persone a Flagstaff, una città universitaria a circa due ore a nord di Phoenix.

Il pompiere Dolores Garcia ha detto che i vigili del fuoco stanno preparando un piano per far morire di fame Rafael mentre si muove attraverso terreni accidentati, canyon e terre selvagge. A partire da lunedì, si stava muovendo parallelamente all’Interstate 40 lungo le linee Coconino e Yavapai County.

La foresta nazionale di Coconino di 7.283 chilometri quadrati (2.812 miglia quadrate), un’area popolare per il campeggio, l’escursionismo, la nautica e la pesca, è stata chiusa mercoledì a causa delle preoccupazioni che non sarebbero disponibili risorse sufficienti per rispondere a eventuali futuri incendi.

La foresta è stata solo parzialmente chiusa negli ultimi anni a causa del pericolo di incendi.

“Abbiamo risorse limitate e vengono sfruttate proprio ora”, ha affermato il portavoce della forestale Brady Smith.

L’Arizona è in massima allerta per gli incendi. Un grande incendio nei pressi di Superior, a circa 97 chilometri (60 miglia) a ovest di Phoenix, è stato contenuto quasi al 70% lunedì. Il fuoco di 730 chilometri quadrati (282 miglia quadrate) è stato causato dall’uomo.

READ  Più Israele sta difendendo le vittime che sono state identificate come un ministro che difende l'azione della polizia

I residenti vicino alle piccole comunità di pini e fragole sono ancora in fase di evacuazione a causa di un altro incendio che si è verificato tra le cime degli alberi, con i venti che soffiano più vicini. Chiuse anche alcune strade locali.

Le squadre antincendio devono comunque contenere eventuali incendi boschivi circostanti. L’incendio, causato dal fulmine, è stato stimato lunedì a 132 chilometri quadrati (51 miglia quadrate) ed è gestito da una squadra di alto livello.

Nello Utah, molti incendi hanno bruciato in condizioni molto secche. La più grande città vicino alla cittadina di Enterprise nel sud dello Utah ha forzato l’evacuazione durante il fine settimana. Ma i proprietari di casa sono stati autorizzati a tornare quando il contenimento ha raggiunto il 50 percento.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x