Gli scienziati affermano che i dinosauri erano in declino da 10 milioni di anni prima di essere spazzati via

Gli scienziati hanno concluso che i dinosauri erano già in declino 10 milioni di anni fa prima che l’impatto di un asteroide in estinzione di massa li spazzasse via.

Sei specie, tra cui tirannosauri, triceratopi e adrosauri, si stavano evolvendo ed espandendosi durante il periodo Cretaceo, che andava da 145 a 66 milioni di anni.

Ma i ricercatori hanno affermato di aver improvvisamente sperimentato un rallentamento circa 76 milioni di anni fa, con un aumento dei tassi di estinzione e l’emergere di un minor numero di nuove specie.

Si ritiene che una combinazione di raffreddamento globale, che ha abbassato la temperatura della Terra di 7 °C (12,6 °F), sia la ragione principale di questo declino, la perdita di erbivori e l’incapacità dei dinosauri di adattarsi alle nuove condizioni.

Scorri verso il basso per il video

Lottando per adattarsi: gli scienziati hanno concluso che i dinosauri erano già in declino 10 milioni di anni fa prima di essere spazzati via dall’impatto di un asteroide in estinzione di massa.

Ritiro dei dinosauri: i principali risultati dello studio

Un team di ricercatori internazionali ha analizzato 1.600 fossili di sei famiglie di dinosauri: Ankylosauridae, Ceratopsidae, Hadrosauridae, Dromaeosauridae, Troodontidae e Tyrannosauridae.

Hanno scoperto che il tasso di riproduzione è diminuito e il tasso di estinzione è aumentato notevolmente negli ultimi 10 milioni di anni dell’era dei dinosauri.

Ciò ha portato a un rapido declino del numero di specie prima che l’asteroide colpisse direttamente la Terra e spazzasse via i dinosauri non aviari 66 milioni di anni fa.

Si pensa che una combinazione di raffreddamento globale – che ha abbassato la temperatura della Terra di 7 gradi Celsius – la perdita di erbivori e l’incapacità dei dinosauri di adattarsi alle nuove condizioni siano le ragioni principali di questo declino.

Gli scienziati ritengono che molti dinosauri probabilmente si affidassero alle temperature calde per prosperare e quindi hanno faticato ad adattarsi alle temperature più basse e alle nuove condizioni sulla Terra.

READ  Un nuovo orologio atomico più preciso potrebbe aiutare a rilevare la materia oscura e studiare l'effetto della gravità nel tempo

Mike Benton, coautore dello studio e professore all’Università di Bristol, ha dichiarato: “Abbiamo esplorato diversi tipi di potenziali cause del declino dei dinosauri.

È diventato chiaro che c’erano due fattori principali, il primo dei quali era che il clima generale stava diventando più freddo, e questo rendeva la vita più difficile per i dinosauri che probabilmente dipendevano da temperature più calde.

Successivamente, la perdita di erbivori ha reso gli ecosistemi instabili e inclini all’estinzione.

Abbiamo anche scoperto che le specie di dinosauri più longeve avevano maggiori probabilità di estinguersi, forse riflettendo la loro incapacità di adattarsi alle nuove condizioni sulla Terra.

Il team internazionale di ricercatori ha analizzato 1.600 fossili di sei famiglie di dinosauri: Ankylosauridae, Ceratopsidae, Hadrosauridae, Dromaeosauridae, Troodontidae e Tyrannosauridae.

Uno dei risultati principali è stato che la diminuzione di La diversità dei dinosauri erbivori, causata dalla loro superiorità sugli adrosauri, potrebbe aver avuto un ruolo nel collasso degli ecosistemi dei dinosauri.

L’autore principale, Fabien Condamine, dell’Università di Montpellier, ha dichiarato: “Abbiamo esaminato le sei famiglie di dinosauri più abbondanti durante il periodo cretaceo, compreso tra 150 e 66 milioni di anni fa, e abbiamo scoperto che erano tutte in evoluzione, espansione e in espansione. Ha chiaramente successo.

Poi, 76 milioni di anni fa, hanno mostrato un’improvvisa contrazione. I loro tassi di estinzione sono aumentati e in alcuni casi è diminuito il tasso di origine di nuove specie.

Dopo circa 10 milioni di anni, i dinosauri non aviari furono spazzati via e più della metà delle specie del mondo furono spazzate via.

L’asteroide Chicxulub, che ha colpito un mare poco profondo in quello che oggi è il Golfo del Messico, è spesso citato come una possibile causa delle estinzioni del Cretaceo e del Paleogene.

Ha spianato la strada per l’emergere dei mammiferi e l’eventuale comparsa degli umani.

“Questo è stato un momento chiave nell’evoluzione della vita”, ha aggiunto Condamine. I dinosauri hanno dominato il mondo per oltre 160 milioni di anni e, mentre diminuivano, altri gruppi iniziarono la loro ascesa al dominio, compresi i mammiferi.

I dinosauri erano spesso così enormi che probabilmente non sapevano che i piccoli mammiferi pelosi erano tra i cespugli.

“Ma i mammiferi hanno iniziato ad aumentare il numero delle specie prima che i dinosauri scomparissero, e poi, dopo l’impatto, hanno avuto la possibilità di costruire i nuovi tipi di ecosistemi che vediamo oggi”.

Guillaume Ginot, anche lui dell’Università di Montpellier, ha detto: “In tutti i casi, abbiamo trovato prove di regressione prima di un fulmine.

Abbiamo anche esaminato come funzionavano questi ecosistemi di dinosauri ed è diventato chiaro che le specie erbivore tendevano a scomparire per prime, e questo rendeva gli ultimi ecosistemi di dinosauri instabili e inclini al collasso se le condizioni ambientali diventavano distruttive.

Il nuovo studio è stato pubblicato sulla rivista Connessioni con la natura.

Killing the Dinosaurs: come uno steroide delle dimensioni di una città ha spazzato via il 75% di tutte le specie animali e vegetali plant

Circa 65 milioni di anni fa, i dinosauri non aviari furono spazzati via e più della metà delle specie del mondo furono spazzate via.

Questa estinzione di massa ha aperto la strada all’emergere dei mammiferi e dell’uomo.

READ  La NASA afferma che le nuove immagini rivelano un'enorme valle su Marte, la più grande del sistema solare

L’asteroide Chicxulub è spesso citato come una possibile causa dell’estinzione del Cretaceo e del Paleogene.

L’asteroide ha colpito un mare poco profondo in quello che oggi è il Golfo del Messico.

La collisione ha rilasciato un’enorme nuvola di polvere e fuliggine che ha portato al cambiamento climatico globale, spazzando via il 75% di tutte le specie animali e vegetali.

I ricercatori affermano che la fuliggine necessaria per una simile catastrofe globale potrebbe provenire solo da un impatto diretto sulle rocce delle acque poco profonde intorno al Messico, particolarmente ricche di idrocarburi.

Gli esperti ritengono che entro 10 ore dall’impatto, un enorme tsunami ha colpito la costa del Golfo.

Circa 65 milioni di anni fa, i dinosauri non aviari furono spazzati via e più della metà delle specie del mondo furono spazzate via.  L'asteroide Chicxulub è spesso citato come possibile causa dell'evento di estinzione del Cretaceo e del Paleogene (immagine memorizzata)

Circa 65 milioni di anni fa, i dinosauri non aviari furono spazzati via e più della metà delle specie del mondo furono spazzate via. L’asteroide Chicxulub è spesso citato come possibile causa dell’evento di estinzione del Cretaceo e del Paleogene (immagine memorizzata)

Ciò ha causato terremoti e frane fino all’Argentina.

Ma mentre le onde e gli scoppi erano le creature che vivevano in quel momento non solo sperimentando le onde – il caldo era molto peggio.

Durante le indagini sull’evento, i ricercatori hanno trovato piccole particelle di roccia e altri detriti che sono state rilasciate nell’aria quando l’asteroide si è schiantato.

Queste minuscole particelle, chiamate globuli, ricoprivano il pianeta con uno spesso strato di fuliggine.

Gli esperti spiegano che la perdita di luce solare ha causato un completo collasso del sistema idrico.

Questo perché la base fitoplanctonica di quasi tutte le catene alimentari acquatiche è stata eliminata.

Si ritiene che più di 180 milioni di anni di evoluzione che hanno portato il mondo nel Cretaceo siano stati distrutti in meno dell’età del Tyrannosaurus Rex, che aveva circa 20-30 anni.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x