Gli Stati Uniti e l’Unione Europea si accordano per porre fine al conflitto sotto Trump

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, a destra, parla con Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea.

Bloomberg | Bloomberg | Getty Images

ROMA – Gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno annunciato sabato l’allentamento di una vertenza commerciale iniziata durante l’amministrazione Trump.

La precedente amministrazione statunitense ha imposto una tariffa del 25% sull’acciaio europeo e un’altra tariffa del 10% sull’alluminio nel giugno 2018 per motivi di sicurezza nazionale.

L’Unione europea si è opposta con forza alla mossa fin dall’inizio e dopo diversi tentativi falliti di raggiungere un accordo con l’amministrazione Trump, il blocco ha portato la questione all’Organizzazione mondiale del commercio e ha imposto misure di ritorsione fino a 6,4 miliardi di euro (7,78 miliardi di dollari) negli Stati Uniti esportazioni. . I prodotti presi di mira dall’UE includevano whisky bourbon, burro di arachidi e succo d’arancia.

Di tale importo, l’UE ha inizialmente mirato a 2,8 miliardi di euro di esportazioni statunitensi e ha affermato che applicherà i restanti 3,6 miliardi di euro dopo tre anni o dopo un esito positivo presso l’Organizzazione mondiale del commercio. Questa seconda tranche di tariffe è stata sospesa all’inizio di quest’anno in segno di buona volontà per l’amministrazione Biden.

“Abbiamo deciso di mettere in pausa la nostra disputa commerciale su acciaio e alluminio e iniziare a cooperare su un accordo globale su acciaio e alluminio sostenibili”, ha dichiarato sabato su Twitter il capo del commercio dell’UE Valdis Dombrovskis.

Il presidente Joe Biden e il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen annunceranno i dettagli dell’accordo domenica a Roma, Italia, dove prenderanno parte alla riunione del G20.

L’ultimo annuncio transatlantico arriva in un momento critico per la loro relazione.

READ  I maggiori club italiani vogliono l'uscita del presidente della Serie A Paolo Dal Pino

Gli alleati europei sono stati in qualche modo preoccupati per la politica estera del presidente Biden, dopo un difficile ritiro estivo dall’Afghanistan, un controverso accordo sui sottomarini nucleari con l’Australia e la mancanza di sviluppi per risolvere le controversie commerciali.

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x