Google Foto ottiene foto protette da password (e altro)

Alla conferenza Google I / O di questa settimana, la società ha rivelato una serie di nuove funzionalità che stanno per apparire in Google Foto.

Google ha notato che, nonostante la popolarità delle immagini, la maggior parte delle 4 trilioni di immagini memorizzate su di esse non sono state visualizzate affatto. Le nuove funzionalità cercano di ottenere il massimo dalle foto che normalmente non guarderesti, inclusa l’aggiunta di una cartella di immagini private e nuovi modi per visualizzare le tue foto menta o ridondanti.

Foto protette da password

È il momento: Google offre una cartella chiusa per le foto che preferiresti nascondere dietro una password o un’autenticazione biometrica. Un esempio personale: ho cercato di perdere peso e preferirei che le foto dei miei progressi non appaiano su Nest Hub, grazie mille.

Le cartelle bloccate vengono lanciate per prime sui dispositivi Pixel e arriveranno su più dispositivi Android durante l’anno. I dispositivi Pixel potranno anche salvare le foto direttamente nella cartella bloccata direttamente dalla fotocamera.

Immagini più cinematografiche

Google ha lanciato Cinematic Pictures a dicembre, una funzione che rende le tue foto in 3D attraverso l’elemento del movimento. Google sta ora espandendo questa funzione consentendo di combinare più immagini in una sorta di animazione al rallentatore.

Probabilmente hai già visto questo tipo di effetto prima; Viene spesso utilizzato negli annunci TV e simili e può richiedere molto tempo Programmi video tradizionali. L’intelligenza artificiale di Google è in grado di farlo automaticamente.

Google osserva che la maggior parte delle persone scatta due o tre foto quando cattura un momento per ottenere lo scatto giusto. Le immagini cinematografiche consentono di non sprecare questi scatti extra, poiché Google riconoscerà immagini simili e genererà automaticamente l’animazione. Puoi quindi condividerlo come video con amici e familiari.

READ  Una fuga di notizie a sorpresa rivela il forte aggiornamento di Apple per i Mac

Evidenzia i tuoi piccoli schemi

Si scopre che l’IA è abbastanza brava a riconoscere i modelli. Google ha notato che le persone tendono a scattare foto di cose o argomenti simili, abitudini che potremmo nemmeno notare di noi stessi. Google ora li raggruppa in piccoli album chiamati Little Patterns

Ad esempio, l’azienda ha notato che un dipendente di Google tendeva a scattare foto del suo zaino arancione, mentre un altro tendeva a scattare foto di oggetti circolari.

Il set di stili apparirà nel tuo feed fotografico insieme ai ricordi e ad altri momenti salienti.

Sbarazzati delle foto del tuo ex (o di altre che non vuoi ricordare)

Google Foto ci consente di guardare indietro a un numero infinito di ricordi, ma la maggior parte di noi non vuole essere in grado di guardare indietro al passato. Tutti La foto che potremmo aver scattato. Che sia perché sono state scattate con un ex o perché non vogliamo ricordare un certo periodo di tempo, Google afferma che fornisce un maggiore controllo sulle foto visualizzate dall’app.

Google afferma di “aver sentito specificamente dalla comunità transgender che il riemergere di determinate immagini è doloroso” e sta lavorando con i partner di GLAAD per rendere le immagini più inclusive. Particolarmente:

  • Rende i controlli per nascondere persone specifiche o trovare più facilmente periodi di tempo entro la fine dell’estate.
  • A partire da oggi potrai anche rinominare le caratteristiche più importanti del volo.
  • Presto sarai in grado di rimuovere uno dei ricordi.
  • Puoi rimuovere i ricordi migliori del mese e rinominare o rimuovere anche i ricordi.

Questi sono cambiamenti graditi; Come utente di Google Foto, apprezzo alcune delle funzionalità automatiche dell’app, ma potrebbe anche sembrare che l’app stia provando un po ‘troppo per determinare ciò che è importante per me. È bello avere un po ‘più di controllo quando l’app Foto sbaglia.

READ  L'argentino acquista un nome di dominio Google per £ 2 Google

Sapevi che abbiamo una newsletter sulla tecnologia dei consumatori? Si chiama Plugged In –
Puoi iscriverti qui.

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x