Hubble cattura uno scintillante ammasso di migliaia di stelle

L’immagine di questa settimana dal telescopio spaziale Hubble mostra uno straordinario campo di stelle chiamato A . massa sferica. Scattata con la fotocamera Wide Field 3 di Hubble e la fotocamera avanzata per strumenti topografici, l’immagine cattura le meravigliose profondità dell’ammasso globulare NGC 6569, situato nella costellazione del Sagittario.

Gli ammassi globulari sono ammassi stabili e strettamente legati che contengono da decine di migliaia a milioni di stelle e sono associati a tutti i tipi di galassie”, secondo gli scienziati di Hubble. spiegare. “L’intensa gravità di questi ammassi stellari ravvicinati significa che gli ammassi globulari hanno una forma sferica regolare con un centro densamente popolato, come si può vedere nel nucleo di questa immagine costellata di stelle”.

Questa immagine del telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA cattura lo scintillante ammasso globulare NGC 6569 nella costellazione del Sagittario. Hubble ha esplorato il nucleo di questo ammasso con la sua Wide Field Camera 3 e Advanced Camera for Surveys, rivelando uno scintillante tesoro di stelle in questo tesoro astronomico. ESA/Hubble e NASA, R. Cohen

Gli ammassi globulari si trovano nella maggior parte delle galassie e ce ne sono molti nella nostra Via Lattea. Gli ammassi globulari nella nostra galassia, come quelli in altre galassie a spirale, si trovano principalmente ai bordi esterni della galassia in una regione chiamata alone galattico. Questi gruppi tendono ad essere più grandi e più vecchi di quelli che si trovano altrove.

Ma ci sono ammassi globulari anche in altre regioni, comprese quelle più vicine al centro galattico. Per saperne di più su queste enormi costellazioni di stelle, Hubble stava raccogliendo dati Su un gruppo di ammassi globulari vicino al centro della Via Lattea.

READ  La sonda lunare cinese percorre più di 1.000 metri sul lato opposto della luna - China.org.cn

È difficile da vedere nella regione al centro della Via Lattea, poiché lì c’è molta polvere che ostacola le osservazioni bloccando la luce e cambiando il colore della luce che si può vedere. Per affrontare questo problema, gli scienziati di Hubble hanno combinato i dati raccolti dagli strumenti del telescopio con i dati degli archivi astronomici in modo da poter comprendere meglio sia l’età che la struttura di questi ammassi globulari.

Raccomandazioni degli editori




Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x