Hubble ha utilizzato due strumenti per fotografare questa bellissima galassia

L’immagine di questa settimana dal telescopio spaziale Hubble è sbalorditiva: la bellissima galassia NCG 1097, catturata utilizzando due strumenti Hubble che lavorano in tandem. questo è galassia a spirale Situato a 48 milioni di anni luce di distanza, nella costellazione di Fornax, ha una forma contorta causata dalle interazioni gravitazionali con una vicina galassia compagna chiamata NCG 1097A.

Questa particolare galassia è conosciuta come il sito di almeno tre supernove negli ultimi due decenni, dove le stelle sono esplose in eventi epici mentre raggiungono la fine della loro vita. Le supernove sono state denominate SN 1992bd, SN 1999eu e SN 2003b, dal nome degli anni in cui sono state osservate.

Il cuore di NGC 1097, una galassia a spirale barrata situata a circa 48 milioni di anni luce dalla Terra nella costellazione di Fornax. ESA/Hubble e NASA, D. Sand, K. Sheth

Questa immagine di NGC 1097 è stata catturata utilizzando due strumenti Hubble, la Wide Field Camera 3 (WFC3) e la Advanced Camera for Surveys (ACS). Per creare questa singola immagine, entrambi gli strumenti sono stati utilizzati per monitorare lo stesso target e i dati di entrambi sono stati quindi combinati per creare l’immagine.

“L’idea che due diverse fotocamere possano acquisire una singola immagine non è molto intuitiva”, hanno affermato gli scienziati di Hubble. spiegare. Tuttavia, ha più senso dopo aver approfondito come realizzare bellissime immagini astrologiche come queste. I nostri occhi possono rilevare onde luminose a lunghezze d’onda ottiche comprese tra circa 380 e 750 nanometri, utilizzando tre tipi di recettori, ciascuno sensibile solo a un segmento di questa banda. Il nostro cervello interpreta queste specifiche lunghezze d’onda come colori. Al contrario, una fotocamera telescopica come la WFC3 o l’ACS è sensibile a un’unica ampia gamma di lunghezze d’onda per aumentare la quantità di luce raccolta. Le immagini grezze dei telescopi sono sempre in scala di grigi e mostrano solo la quantità di luce catturata su tutte quelle lunghezze d’onda”.

READ  Marte benedice il nuovo anno mentre la Cina pubblica le riprese della sonda spaziale

WFC3 e ACS sono stati entrambi utilizzati per l’imaging delle galassie a determinate lunghezze d’onda e sono anche controllati tramite filtri. Ciascun filtro viene utilizzato per osservare una lunghezza d’onda specifica che corrisponde a un colore specifico e produrre un’immagine in scala di grigi. Un totale di sette di queste immagini filtrate sono state quindi combinate per produrre l’immagine come descritto sopra.

Raccomandazioni degli editori




Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x