I 50 migliori ristoranti del mondo per il 2021

Di Maureen O’Hare, CNN

Il lieve tremito dei bicchieri, il debole ronzio della conversazione, le luci soffuse e i profumi che inducono l’appetito.

Tutto è stato purtroppo lasciato fuori quando i ristoranti di tutto il mondo sono stati costretti a chiudere nel 2020 e nel 2021, i forni si sono raffreddati e i proprietari e i lavoratori hanno dovuto affrontare un futuro incerto.

Il Premio ai migliori 50 ristoranti del mondo Anche un evento considerato l’Oscar del mondo della buona tavola ha avuto una pausa lo scorso anno, ma finalmente è tornato, ei due ristoranti sono in cima alla lista di Copenhagen.

Il primo posto di quest’anno va a quello che potrebbe essere il nome più famoso della gastronomia: Leasing. Lo chef danese con tre stelle Michelin Rene Redzepi ha aperto per la prima volta nel quartiere Christianshavn di Copenaghen nel 2003 e nel 2010 ha conquistato il primo posto nei World’s 50 Best Restaurant Awards.

Una nuova regola introdotta ai premi del 2019 ha reso i precedenti vincitori dei migliori titoli non idonei per il roster, ma il Noma è stato in grado di effettuare il taglio poiché ha chiuso nel 2016 e poi ha riaperto in una nuova sede a Copenaghen due anni dopo.

Questo cambiamento fondamentale delle regole esclude Eleven Madison Park a New York, Fat Duck vicino a Londra, Osteria Francescana a Modena, Italia, e il vincitore del 2019, Mirazur a Mentone, Francia. Questi ristoranti sono stati ora inseriti in un programma separato “Best of the Best”, di cui Noma è il nuovo membro.

lottare per sopravvivere

Salendo sul palco del Flanders Convention and Conference Center ad Anversa, in Belgio, Redzepi ha ricordato l’esperienza che gli ha cambiato la vita quando ha vinto il premio per la prima volta 11 anni fa: “Sulla scia di questa vittoria, sembrava che tutti i sogni fossero aperti. Ha anche dato noi l’opportunità di essere parte – Parte – della trasformazione della cultura del cibo in un’intera regione.”

READ  George Clooney sull'incidente in moto: 'Nessuno si è precipitato a chiedere aiuto'

Ha anche parlato dei tempi difficili che sta affrontando il settore. “Se la pandemia ci ha insegnato qualcosa, è quanto siano fragili i nostri sogni, quanto sia duro e difficile questo settore”, ha detto.

“Voglio conoscere tutti i ristoratori e gli industriali che hanno combattuto per sopravvivere. È un po’ strano salire su questo podio sapendo che ci sono così tante persone che stanno ancora combattendo”.

Concludendo con una nota di speranza, ha detto del team Noma: “Abbiamo passato l’ultimo anno e mezzo a sognare qualcosa. Inizieremo a costruirlo ora”.

Vivi una bella vita a Lima

I commensali che non riescono a trovare un tavolo al Noma possono sempre provare il vicino Copenhagen Geranium, al secondo posto, dove lo chef Rasmus Kofoed offre un menu stagionale avventuroso che parla del suo amore per il foraggiamento in mare. Gli ingredienti offerti includono calamari, lardo fuso ed estratto di lievito.

Altrove nell’Europa occidentale, anche la Spagna ha registrato ottimi risultati quest’anno. L’Asador Etxebarri di Larrabetzu – dove tutti i piatti sono grigliati, anche il dessert – ha ottenuto il terzo posto, mentre lo chef Victor Arguinzoniz è stato votato dai suoi colleghi per lo Chefs’ Choice Award. Il Desfrotar di Barcellona è salito al quinto posto, il Mogaritz di San Sebastian è scivolato al 14° e il Diver XO di Madrid ha raggiunto il 20°.

La capitale peruviana, Lima, aveva due ristoranti nella top ten: gli chef Virgilio Martinez e Central Bia Leon, che sono saliti di due posizioni al quarto posto, e Maido al settimo, che rappresenta una fusione nippo-peruviana, con Lukuma sotto i riflettori. Gelato ricoperto di salsa di soia e schiuma di makambo.

Nonostante ristoranti elogiati a Lima e in altre località, da Città del Messico a Singapore, siano entrati nella top ten, nessun ristorante al di fuori dell’Europa o del Nord America ha mai vinto il World’s 50 Best.

Dall’inizio del concorso nel 2002, tutti i 18 vincitori provenivano da Spagna, Stati Uniti, Regno Unito, Danimarca, Italia e Francia.

READ  ITV Family Fortunes: l'improbabile ruolo di Gino D'Acampo in un film hollywoodiano al fianco di Sacha Baron Cohen

Onorare il talento femminile

Non solo Pía León al Central è stato celebrato con il premio come miglior ristorante del Sud America, ma è stato anche nominato miglior chef del mondo. È un onore che solleva alcune polemiche poiché i critici lo vedono come un rafforzamento della disuguaglianza che gli organizzatori dell’evento dicono stia aiutando ad affrontare.

Il francese Dominique Crenn, co-proprietario e chef dell’Atelier Crenn di San Francisco (n.48 della lista), ha vinto l’Icon Award.

William Drew, Direttore dei contenuti di The World’s 50 Best Restaurants, ha dichiarato: “Crane non è solo un eccezionale chef e ristoratore, è l’epitome di qualcuno che dice la verità all’autorità in ogni aspetto della sua vita – attraverso la sua leadership, umanità e vitalità. Campagne infinite per la giustizia. attività sociali dentro e fuori il campo dell’ospitalità. “

Anche la slovena Hessa Franco, guidata dalla vincitrice del World Chef Award 2017 Anna Roche, ha avuto una buona serata: è balzata di 17 posizioni al 21° posto.

Premi Speciali

L’Art of Hospitality Award è stato assegnato a Steirereck a Vienna, classificato 12, dove i punti salienti possono includere girasole e topinambur con pane di agnello, o un piatto da tavola cucinato con salmerino in cera d’api con “polline” giallo, carote e panna acida.

Boragó, a Santiago del Cile – #38 nella lista – ha vinto il Sustainable Restaurant Award. Possiede una propria azienda agricola biodinamica e punta sulla cucina iperlocale a “chilometro zero”.

Ikoyi, con sede a St James, Londra, ha ricevuto il premio One to Watch. Diretto dagli amici d’infanzia Jeremy Chan e Air Hassan Odokali, serve autentici sapori dell’Africa occidentale in un ambiente moderno ed elegante.

Will Goldfarb di Bali’s Room 4 Dessert, nato negli Stati Uniti e protagonista della serie Netflix “Chef’s Table”, ha vinto il premio come miglior pasticcere.

I 50 migliori ristoranti del mondo

1. Leasing (Copenhagen, Danimarca)

READ  Report su Rai3 - RAI Ufficio Stampa

2. geranio (Copenhagen, Danimarca)

3. Etxebarri Grill (Esp, Spagna)

4. mezzo (Lima, Perù) *Miglior ristorante del Sud America*

5. Buon appetito (Barcellona, ​​Spagna)

6. Frantzen (Stoccolma, Svezia)

7. Maidoo (Lima, Perù) (tre gradi)

8. Odette (Singapore) *Miglior ristorante in Asia*

9. Pujol (Città del Messico, Messico) *Miglior ristorante del Nord America*

10. Presidente del Consiglio di Amministrazione (Hong Kong) *Premio Top Climber*

11. Il (Tokyo, Giappone)

12. Steerreck (Vienna, Austria) *Premio L’arte dell’ospitalità *

13. Don Giulio (Buenos Aires, Argentina)

14. Mogaritz (San Sebastian, Spagna)

15. 84- Nada (Gardone Riviera, Italia) *Highest New Entry Award*

16. Elcano (Gitaria, Spagna)

17. casa del maiale (San Paolo, Brasile)

18. Piazza Duomo (Alba, Italia)

19. Naresawa (Tokyo, Giappone)

20. DiverXO (Madrid, Spagna)

21. La casa di Franco (Caporetto, Slovenia)

22. Cosme (New York)

23. Arpeggio (Parigi, Francia)

24. settembre (Parigi, Francia)

25. coniglio bianco (Mosca, Russia)

26. Calendario (Rubano, Italia)

27. quintonelle (Città del Messico, Messico)

28. Va bene (San Francisco, California)

29. fatto (Castell di Sangro, Italia)

30. Giardino dei gemelli (Mosca, Russia)

31. Tim Raw Ristorante (Berlino, Germania)

32. Club dei garofani (Londra, Regno Unito)

33. Lyle (Londra, Regno Unito)

34. estremità bruciate (Singapore) *nuovo ingresso*

35. ultravioletto (Shanghai, Cina)

36. Cliff Court (Cruichutem, Belgio)

37. un argomento (Healdsburg, California)

38. borago (Santiago, Cile) * Premio Ristorante Sostenibile *

39. Florileg (Tokyo, Giappone) *new entry*

40. Söhring (Bangkok, Tailandia)

41. Alino Paris al Pavillon Ledwin (Parigi, Francia)

42. Bel Canto (Lisbona, Portogallo)

43. atomica (New York City) *nuovo ingresso*

44. Bernardino (New York)

45. Nobleheart e Sporco (Berlino, Germania) *new entry*

46. Leo (Bogotà, Colombia)

47. Maemo (Oslo, Norvegia)

48. Atelier Crane (San Francisco, California)

49. Azurmandi (Larrapzo, Spagna)

50. wolfgat (Patternoster, Sud Africa) *Miglior ristorante in Africa*

Cavo della CNN
™ & © 2021 Cable News Network, Inc. , una società della WarnerMedia. Tutti i diritti riservati.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x