I coni posizionano i razzi a propellente solido alla mostra Endeavour

I coni posizionano i razzi a propellente solido alla mostra Endeavour
5 dicembre 2023

– Sono stati completati i lavori per posizionare due razzi nella galleria che ricorda la rampa di lancio dello Space Shuttle Endeavour della NASA in pensione – in senso letterale e figurato – con l’aggiunta di due coni.

Mentre il California Science Center si prepara a togliere l’Endeavour dall’esposizione al pubblico nei prossimi anni, i primi componenti principali dell’esposizione verticale dell’orbiter sono ora completati nel cantiere del nuovo Samuel Oschin Air and Space Center a Los Angeles. Appena un mese dopo che gli operatori delle gru avevano issato in posizione ampie sezioni di razzi a propellente solido (SRB), questa settimana sono tornati in movimento integrando gli imponenti razzi con gruppi frontali.

Ogni cono è stato sollevato dalla strada e sollevato per più di 30,5 m (100 piedi) in aria prima di essere abbassato su un booster. Stando in cima a un’impalcatura di metallo e legno, i lavoratori hanno quindi fissato i dispositivi inserendo manualmente più di 150 perni metallici del diametro di 2,54 cm.

L’operazione di richiamo sul lato destro è stata completata lunedì (4 dicembre), seguita martedì dal razzo sul lato sinistro.


In volo, i gruppi anteriori contenevano l’avionica, i motori di separazione anteriori e i paracadute principali per ciascun booster. Dopo la caduta dal serbatoio esterno, i rifiuti sono stati smaltiti e recuperati separatamente.

Gli SRB in mostra con Endeavour sono stati assemblati da tutte le parti idonee al volo o precedentemente volate donate da Northrop Grumman e dalla NASA. Sono stati i primi componenti principali ad essere presi in verticale come parte della campagna “Go for Stack” del Science Center. All’inizio del prossimo anno, i booster saranno integrati con l’ultimo serbatoio esterno rimasto della NASA (ET-94), parcheggiato all’Exhibition Park dal 2016.

READ  Registrando la prima morte per virus Alaskabux

Endeavour, che è stato esposto in orizzontale per 11 anni, mancano solo 26 giorni alla sua esposizione attuale all’interno del padiglione dello Space Shuttle Samuel Oshin. Il 1° gennaio, l’esposizione dell’orbiter sarà chiusa al pubblico in preparazione del suo trasferimento al sito dell’Ocean Air and Space Center, e la notte successiva, ancora da definire, sarà issata da due gru in cima all’orbita. pareti parzialmente installate del nuovo museo. E sui punti di attacco del serbatoio esterno.

Ulteriori impalcature verranno quindi assemblate attorno alla navicella spaziale per proteggerla e l’intero gruppo dello Space Shuttle mentre i lavori per completare l’edificio riprenderanno nei prossimi anni.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x