I dinosauri appena scoperti precedettero i dinosauri – e all’epoca erano i più grandi predatori

Circa 90 milioni di anni fa, il periodo Cretaceo e i continenti iniziarono a dividersi.

Un piccolo dinosauro – delle dimensioni di un grande cavallo – che guarda attraverso una felce in quello che oggi è l’Uzbekistan, ascoltando qualsiasi segno di preda che lo rosicchia con i suoi denti simili a lame.

Ma il tempo del dinosauro non è ancora arrivato; Un predatore più grande continua a governare la giungla, una specie precedentemente sconosciuta che potrebbe diventare un altro pezzo del puzzle di come i dinosauri hanno conquistato e governato l’Asia e il Nord America per migliaia di anni.

Darla Zelenitsky, professore associato di paleontologia dei dinosauri presso l’Università di Calgary, ha lavorato con ricercatori provenienti da Canada, Giappone e Uzbekistan per identificare una nuova specie di grande dinosauro carnivoro con denti simili a squali. Martedì hanno annunciato la loro scoperta sulla rivista Royal Society Open Science.

Kohei Tanaka e Darla Zelenitsky hanno scritto un articolo che annuncia la scoperta di una nuova specie di dinosauro. (Università di Cagliari)

La nuova specie, Ulughbegsaurus (pronunciato oo-LOOG-bek-SAW-rus), prende il nome dall’astronomo e matematico del XV secolo Ulugh Beg, che viveva nella zona.

Come il primo dinosauro, questo animale carnivoro era bipede, con una grande testa, arti anteriori corti e artigli affilati. Ma qui finiscono le somiglianze. Ulughbegsaurus avrebbe pesato circa 1.000 chilogrammi e si estendeva per più di 7,5 metri dal naso alla coda.

Spiegando che i piccoli tirannosauri vissuti nello stesso periodo avrebbero costituito un quinto della massa corporea più grande dell’animale, ha detto Zelenitsky:

Le parti fossili di un Ulughbegsaurus recentemente scoperto sono state trovate in Uzbekistan. (Tanaka et al. 2021)

Sebbene non sia noto il motivo della loro morte, la scomparsa dei carcharodontosauri dall’ecosistema potrebbe aver contribuito a consentire ai dinosauri di crescere più grandi e assumere il loro ruolo di predatore dominante.

“Non sappiamo perché i carcharodontosauri si siano estinti circa 90 milioni di anni fa… [or] Esattamente come i tirannosauri sono diventati predatori che vediamo, come il Tyrannosaurus Rex, più tardi nel periodo Cretaceo”.

“Questa finestra della documentazione sui fossili di dinosauro è molto misteriosa… Quando hai una finestra temporale che non è molto nota ai fossili, cerchi sempre di colmare le lacune.

“E questa è un’altra lacuna che siamo stati in grado di colmare, perché questo è l’ultimo evento di uno di questi dinosauri dai denti di squalo”.

Uno scheletro di carcharodontosauro è raffigurato a sinistra, rispetto a uno scheletro di tirannosauro a destra. (Darla Zelenitsky)

La nuova specie è stata identificata in parte da frammenti di ossa e denti originariamente trovati negli anni ’80 da un paleontologo russo come parte della formazione rocciosa di Bisekti nel deserto di Kyzylkum.

È stato conservato nel Museo geologico statale dell’Uzbekistan fino a pochi anni fa, quando l’autore principale dell’articolo Kohei Tanaka ha trovato una mascella superiore nella formazione e si è reso conto che apparteneva a un tipo di predatore che non era stato trovato prima nella zona .

“Sono rimasto un po’ sorpreso perché… i fossili di questa formazione sono così ben studiati”, ha detto Zelenitsky.

La ricostruzione mostra la mascella superiore dell’Ologbisaurus. (Studio della Valle dei Dinosauri)

Ma la formazione è in gran parte piena di fossili segmentati, in contrasto con gli scheletri più completi che si trovano più comunemente nei fossili in Alberta. E la scoperta di un nuovo dinosauro carnivoro come questo è estremamente rara.

“Se guardiamo ai dinosauri che hanno meno di 100 milioni di anni, quindi in una finestra da 66 a 100 milioni di anni, ci sono solo tre tipi di questo tipo di dinosauro [a carcharodontosaur] conosciuto dall’Asia.

Zelenitsky spera che la scoperta sbloccherà più conoscenze di quel periodo.

“C’è una possibilità in futuro, ora che sappiamo che questa specie è in quell’ecosistema, possiamo trovare e identificare più di questo animale”.

READ  Esattamente quando puoi guardare "l'eclissi di alba" di questa settimana da ogni stato degli Stati Uniti in pista

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x