I dirigenti di Apple parlano del nuovo MacBook Pro, della fine della Touch Bar e consigliano Google in una nuova intervista

con il Transizione Apple Silicio In pieno svolgimento dopo l’annuncio di questa settimana di due nuovi modelli MacBook Pro da 14 pollici e 16 pollici, i dirigenti di Apple affermano che c’è ancora molto da aspettarsi. in un modo nuovo incontrandosi con cablatoe Johnny Srouji, John Ternus e Greg Joswiak di Apple hanno parlato approfonditamente del nuovo MacBook Pro, di ciò che l’azienda ha appreso dall’aggiornamento MacBook Pro 2016 e altro ancora.

Srouji, che è il vicepresidente senior delle tecnologie hardware di Apple, ha spiegato che ci sono molti vantaggi nella progettazione del proprio silicio da parte di Apple rispetto all’uso di componenti standard.

“Quando sei un rivenditore o un’azienda che fornisce componenti pronti o silicone a molti clienti, devi determinare il minimo comune denominatore: di cosa hanno bisogno tutti per molti anni?” Lui dice. “Lavoriamo come una squadra – silicio, hardware, software, design industriale, altri team – per consentire una certa visione. Quando la traduci in silicio, ci dà un’opportunità e una libertà davvero uniche perché ora stai progettando qualcosa che non è solo veramente unico, ma ottimizzato per un prodotto specifico.”

Srouji ha continuato spiegando che la più grande domanda a cui Apple deve rispondere quando crea una nuova tecnologia di chip è se i suoi obiettivi sono “vincolati dalla fisica”.

Nel caso del MacBook Pro, dice, si è seduto con leader come Ternus e Craig Federighi un certo numero di anni fa e ha immaginato cosa potrebbero avere gli utenti nel 2021. Tutto questo deriverà dal silicio. “Ci sediamo insieme e diciamo: ‘Beh, è ​​circondato dalla fisica?'” O è qualcosa che possiamo aggirare? E poi, se non è così preso dalla fisica ed è una questione di tempo, scopriamo come costruirlo”.

Ternus, vicepresidente senior dell’ingegneria hardware di Apple, ha fornito alcuni dettagli aggiuntivi sulla roadmap per i nuovi modelli MacBook Pro da 14 pollici e 16 pollici:

“Tradizionalmente, hai un team in un’azienda che progetta un chip e hanno il proprio insieme di priorità e miglioramenti. E poi il team del prodotto e un’altra azienda devono prendere quel chip e farlo funzionare nel loro design. Con questi MacBook Pro , abbiamo iniziato dall’inizio, progettando correttamente il chip quando il sistema veniva considerato. Ad esempio, l’erogazione di potenza è sia importante che impegnativa con queste parti ad alte prestazioni. Lavorando insieme [early on]Il team è riuscito a trovare una soluzione. E il team del sistema è stato effettivamente in grado di influenzare la forma, le proporzioni e l’orientamento del SOC in modo che potesse sovrapporsi meglio al resto dei componenti del sistema”.

Per quanto riguarda il destino della Touch Bar, che è stata rimossa dai nuovi MacBook Pro da 14 pollici e 16 pollici, Joswiak afferma: “Non c’è dubbio che i clienti Pro amano la sensazione tattile a grandezza naturale di quei tasti funzione, e questo è la decisione che abbiamo preso”. Aggiunge che Apple si sente “cool” per la decisione e sta ancora vendendo il MacBook Pro da 13 pollici entry-level con Touch Bar.

finalmente, cablato Ternus, Srouji e Joswiak chiedono di L’ultimo annuncio di Google Dal chip Tensor personalizzato utilizzato nel Pixel 6.

“È un caso di ‘imitazione è la forma più sincera di adulazione’?” Ho chiesto al team Apple. “

“Hai preso la mia linea!” dice Joswiak. “Ovviamente pensano che stiamo facendo qualcosa di giusto.”

“Se dovessi dare a Google o qualche consiglio amichevole su un volo di silicio, quale sarebbe?” Chiedo.

“Oh, non lo so,” dice Jose. Acquistare un Mac.

Il pezzo intero in cablato Merita una lettura e si trova qui.

FTC: Usiamo i link di affiliazione per guadagnare. di più.


Dai un’occhiata a 9to5Mac su YouTube per ulteriori notizie su Apple:

READ  Discord sta terminando il suo strumento Stage Discovery ma dice che i canali Stage funzionano bene

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x