I fisici affermano che la cometa assassina nel film Netflix potrebbe essere distrutta

I fisici affermano che la cometa assassina nel film Netflix potrebbe essere distrutta

Nel film estremamente popolare di Netflix Non guardare in alto, il mondo viene distrutto da una cometa che colpisce la Terra e innesca un evento di livello di estinzione dopo che il tentativo fallito di distruggerlo a scopo di lucro è fallito. Tuttavia, due fisici ritengono che se una tale cometa “che uccide il pianeta” dovesse effettivamente minacciare la Terra, distruggerla e salvare il mondo sarebbe teoricamente possibile. Nel loro articolo “Don’t Forget to Look Up”, Philip Lubin e Alexander Cohen dell’Università della California a Santa Barbara (via Notizie CBS) determina che una cometa o un asteroide largo 6 miglia (un oggetto simile a quello che ha spazzato via i dinosauri milioni di anni fa) potrebbe essere distrutto e disperso con l’uso di esplosivi nucleari, ma il tempo sarebbe essenziale in quasi ogni fase del processo.

Secondo il loro articolo, anche se l’oggetto fosse stato scoperto solo sei mesi prima dell’impatto previsto, l’oggetto potrebbe essere distrutto, ma dovrebbero essere intraprese azioni sulla terra entro un mese dalla scoperta per lanciare razzi di sollevamento pesante per fornire più penetratori nucleari un mese prima dell’impatto che avrebbero dovuto entrare nella crosta dell’oggetto prima di esplodere. Sembra la trama di Armaghedon composto fino a 11 e pur mobilitando una risposta così velocemente, è tecnicamente possibile, anche se potrebbe non essere esattamente uno sforzo realistico. Eppure, per il bene di tutta l’umanità? Almeno sarebbe un’opzione.

“Abbiamo dimostrato che per il caso estremo di un avviso di 6 mesi dell’impatto di un asteroide o di una cometa di 10 km di diametro), l’umanità potrebbe in teoria difendersi con una serie di penetratori nucleari lanciati 5 mesi prima dell’impatto e un’intercettazione un mese prima dell’impatto”, scrivono Lubin e Cohen nel giornale.

READ  Saluta lo spettacolo costellato di stelle nella nuova condivisione di immagini Hubble della NASA

“Sebbene i numeri possano sembrare scoraggianti, non è al di fuori del regno delle possibilità anche a questo punto dello sviluppo tecnologico umano”, scrivono. “Questo ci fa sperare che un solido sistema di difesa planetaria sia possibile per minacce esistenziali anche con breve preavviso come quelle che abbiamo delineato oggi. Idealmente, non saremmo mai in questa situazione, ma meglio pronti che morti”.

Lubin ha detto a CBS News che non è particolarmente preoccupato per uno scenario da non cercare in termini di comete – il documento è il risultato di una curiosità accademica – ma ha notato che attualmente, se dovesse accadere, non siamo pronti.

“Se me lo chiedi, sono preoccupato per questo? Certo che no”, ha detto Lubin. “Ho cose migliori di cui preoccuparmi. Ma ero solo curioso, da un punto di vista fisico, è anche possibile, data la quantità di energia di cui hai bisogno. La risposta è sì, è possibile. È qualcosa che noi Può fare oggi?

Fortunatamente, secondo l’astronomo Dr. Amy Mainzer, la probabilità che un evento di una cometa che distrugga la Terra è molto improbabile.

“La buona notizia è un evento davvero importante come quello rappresentato nel film, lo sappiamo, non può succedere molto regolarmente… perché siamo qui”, Mainzer, che è un astronomo e ha lavorato come consulente per il Adam McKay film, detto Yahoo Canada. “Se questo genere di cose accadesse regolarmente nel nostro arco di tempo, rispetto all’intervallo in cui gli umani sono stati sul pianeta, beh non saremmo qui… L’ultimo evento così importante è stato quello che ha spazzato via il dinosauri 65 milioni di anni fa. Quindi, sappiamo che questo è un evento molto raro, detto questo, eventi più piccoli possono accadere più frequentemente. Ecco perché usciamo e cerchiamo gli oggetti e cerchiamo di capire dove si trovano. “

READ  L’Africa occidentale risponde a una vasta epidemia di difterite prendendo di mira le popolazioni non vaccinate

Non guardare in alto è ora in streaming su Netflix.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

| La Tribuna | 2021 Tutti i diritti riservati

Read also x