I pubblici ministeri affermano che l’azienda italiana ha prodotto 4.000 parti difettose per Boeing

Panoramica della sede delle specifiche del processo di produzione a Brindisi, Italia, 28 ottobre 2021. Foto scattata il 28 ottobre 2021. REUTERS / Francesca Landini / File Photo

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

MILANO (Reuters) – Tra i recenti ostacoli industriali a bordo del 787 Dreamliner, un fornitore italiano ha prodotto più di 4.000 parti non conformi destinate alla Boeing in un periodo di cinque anni, secondo un rapporto preliminare dei pubblici ministeri italiani. offerte.

I risultati preliminari di un’indagine avviata all’inizio di quest’anno indicano che le specifiche del processo di fabbricazione (MPS), o l’ex azienda ormai fallita Processi Speciali, hanno prodotto parti difettose tra il 2016 e il 2021, secondo il documento.

Secondo il rapporto, visto da Reuters, le parti sospette in titanio sono state trasformate in 35 fusoliere del Boeing 787.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

Il fornitore con sede a Brindisi ha anche realizzato parti per il Boeing 767, un mercantile che ora viene utilizzato anche come base per la petroliera dell’aeronautica americana, ha aggiunto.

L’indagine mira a determinare se MPS o la società precedente producessero componenti difettosi che potrebbero minacciare la sicurezza aerea, un rischio che Boeing ha negato.

Boeing ha rifiutato di commentare direttamente il documento di reclamo, parti del quale sono state pubblicate per la prima volta dal quotidiano Il Corriere del Mezzogiorno. Ha ribadito, tuttavia, che l’aeronavigabilità non è stata influenzata.

“Mentre la nostra valutazione è in corso, ciò non presenta un problema di sicurezza immediato”, ha affermato un portavoce della società.

READ  L'Italia ha una possibilità di cambiamento unica nella vita sotto Mario Draghi

A ottobre, Boeing ha affermato che circa 787 parti del Dreamliner fornite da MBS sono state prodotte in modo improprio negli ultimi tre anni, l’ultimo di una serie di ostacoli industriali che hanno colpito l’aereo. Per saperne di più

L’italiana Leonardo (LDOF.MI), che era il cliente diretto delle parti MPS e ha affermato di essere stata anche vittima di sospetti sottospec, ha rifiutato di commentare.

Anche un avvocato dell’ex CEO di MBS Antonio Ingroso, così come l’ex CEO del suo predecessore ora in bancarotta, Process Special, ha rifiutato di commentare.

L’US Air Force non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sul fatto che le parti sospette siano arrivate a uno dei suoi 767 vettori KC-46, il primo dei quali è stato consegnato nel 2019.

telaio della porta

Il rapporto è emerso giorni dopo che i pubblici ministeri italiani hanno ordinato la confisca dei componenti destinati al Boeing 787 dalla fabbrica Leonardo di Grotagli, nel sud Italia.

MBS è stata subfornitrice fino a quest’anno di due dei 787 corpi realizzati da Leonardo, noti come Sezioni 44 e 46.

Nel verbale, i pm hanno affermato che MPS o Processi Speciali avrebbero fabbricato 4.189 pezzi utilizzando “titanio e alluminio di diversa qualità e provenienza” rispetto a quelli ordinati dal cliente, violando le relative specifiche tecniche.

In particolare, hanno affermato di aver prodotto componenti utilizzando il cosiddetto “titanio di secondo grado” anziché una lega di titanio, aggiungendo che il metallo utilizzato aveva “proprietà di resistenza meccanica e strutturale significativamente inferiori a quelle della lega”.

Il documento affermava che le parti danneggiate includevano una sezione del telaio della portiera del carico sul lato sinistro del 787. Non forniva dettagli su parti sospette realizzate per il vecchio 767.

READ  Un piccolo aereo si schianta contro un edificio in Italia; 8 morti

I querelanti affermano che MPS ha scelto metalli più economici e non conformi per risparmiare sui costi e accelerare la produzione, riducendo i margini aggiuntivi incorporati nel progetto per garantire la sicurezza.

Otto persone, tra cui l’ex capo di Mps e l’ex capo di Processi Speciali, sono indagate per frode e atti che mettono a rischio la sicurezza del trasporto aereo.

I pm hanno detto che anche le due società sono sotto inchiesta. Leonardo, che ha intentato una causa il 7 dicembre, è visto dai pm come parte lesa.

Un altro documento giudiziario visto da Reuters ha mostrato che le attività e gli impianti di MBS sarebbero stati messi in vendita all’inizio del prossimo anno con la liquidazione del suo predecessore, Process Special.

I funzionari dell’azienda non hanno risposto a una richiesta di commento.

I pubblici ministeri hanno affermato sabato che i risultati preliminari hanno indicato che MBS e Process Special hanno utilizzato metalli incompatibili e hanno violato le specifiche tecniche. Non hanno risposto a una richiesta di Reuters di commento sui dettagli del loro rapporto iniziale.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

(Rapporto aggiuntivo di Francesca Landini e Tim Hever) Montaggio di Edward Tobin

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x