I pubblici ministeri affermano che un uomo è stato arrestato con l’accusa di essersi spacciato per la famiglia Trump per raccogliere fondi falsi.

Joshua Hall, 22 anni, avrebbe sottratto migliaia di dollari a centinaia di vittime in tutto il paese pubblicizzando la sua falsa organizzazione politica che sosteneva di sostenere la rielezione di Trump e gestendo falsi account di social media presumibilmente appartenenti ai membri della famiglia Trump per dare se stesso e l’organizzazione Platform, una denuncia penale da parte dei pubblici ministeri federali del distretto meridionale di New York.

Secondo la denuncia, gli account dei social media combinati hanno accumulato più di 100.000 follower.

Hall ha creato account sui social media e ha scritto lettere che impersonano Robert Trump, l’ormai defunto fratello di Trump, e le hanno scritte falsamente. Robert Trump Ha diretto l’organizzazione con Hall. Presumibilmente ha anche impersonato Barron Trump, il figlio quindicenne dell’ex presidente, sui social media.

Il presunto sforzo di raccolta fondi fasullo includeva una campagna su un sito di crowdfunding che alla fine ha chiuso il suo account quando Hall non ha fornito documenti, secondo la denuncia. Né Donald Trump, né la sua famiglia, né il sito di crowdfunding presumibilmente utilizzato da Hall sono stati menzionati nei documenti del tribunale.

Potrebbe affrontare fino a 22 anni di carcere se condannato per frode elettronica e furto d’identità aggravato, secondo le linee guida di condanna contenute in un comunicato stampa per il distretto meridionale di New York. Martedì non è stato immediatamente chiaro se Hall avesse nominato un avvocato.

“Joshua Hall avrebbe impersonato i membri della famiglia dell’allora presidente degli Stati Uniti sui social media per sollecitare in modo fraudolento centinaia di vittime a donare a un’organizzazione politica che non esisteva, e poi si è appropriato di questi fondi per il proprio uso”, Manhattan Stati Uniti l’avvocato Audrey Strauss ha detto in una dichiarazione oggi.

READ  L'accordo fiscale del G7 è solo il primo passo verso un accordo globale: Freeland

“Ringraziamo l’FBI per la loro collaborazione nell’investigare questo caso e rimaniamo impegnati a sradicare e perseguire le frodi ovunque lo troviamo”.

Hull ha detto New York Times L’anno scorso non c’era nessun “intento nefasto” dietro i suoi post e ha affermato che stava “solo cercando di radunare i sostenitori del MAGA e divertirsi”.

In un caso, secondo The Times, un tweet di Hall nei panni della sorella di Trump, Elizabeth Trump Grau, ha ricevuto una risposta dall’ex presidente.

“Grazie, Elizabeth”, ha scritto l’ex presidente su Twitter in risposta a un tweet dal falso profilo della sorella di Trump, Hall.

“Sono un grande sostenitore di Trump, ma sto pensando: ‘Dovrebbe sapere che questa è una parodia'”, ha detto Hall al Times. “Come potrebbe non saperlo?”

La CNN ha contattato i rappresentanti dell’ex presidente per un commento.

Gabe Orr della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x