I pubblici ministeri italiani sequestrano parti del Boeing 787

Il 787 Dreamliner di Boeing con livrea AirEuropa passa davanti allo stabilimento di assemblaggio finale dell’azienda a North Charleston, Carolina del Sud, Stati Uniti, martedì 6 dicembre 2016.

Travis Dove | Bloomberg | Getty Images

Sabato i pubblici ministeri italiani hanno ordinato la confisca dei componenti destinati alla produzione del Boeing 787, che secondo loro non erano conformi alle specifiche del cliente.

La Guardia di Finanza ha sequestrato parti in titanio e alluminio in uno stabilimento del gruppo aerospaziale italiano Leonardo a Grotagli, nel sud Italia.

I componenti sono stati prodotti da due piccole aziende, Processi Speciali e Manufacturing Process Specification (MPS), che in precedenza erano subfornitrici di Leonardo. I due subfornitori sono indagati, hanno detto i pm della città sud-orientale di Brindisi, che hanno disposto il sequestro dei beni.

Il responsabile di Processi Speciali non ha voluto commentare. Il funzionario nominato dal tribunale su MPS non è stato immediatamente disponibile per un commento.

Otto persone, i cui nomi non sono stati resi noti, sono anche indagate per frode e atti che minacciano la sicurezza del trasporto aereo.

I pubblici ministeri hanno affermato in una nota che le loro indagini indicano che le parti “sono state prodotte utilizzando titanio e alluminio di qualità e origine diverse da quelle specificate dal cliente e in violazione delle relative specifiche tecniche”.

I pubblici ministeri hanno affermato che le parti erano destinate “alla produzione degli articoli 44 e 46 della fusoliera del Boeing 787”.

La nota precisa che Leonardo, che ha intentato causa il 7 dicembre, è parte lesa nelle indagini penali e amministrative.

Leonardo ha rifiutato di commentare.

Un portavoce della Boeing in Italia ha rifiutato di commentare.

READ  Il pubblico ministero italiano cerca di perseguire Matteo Salvini per la nave dei migranti che ha rifiutato

Ad ottobre, Boeing ha affermato che circa 787 parti del Dreamliner fornite da MBS erano state prodotte in modo errato negli ultimi tre anni.

All’epoca, il produttore di aeromobili statunitense ha affermato che il problema di qualità non ha influito sulla sicurezza immediata dei voli, aggiungendo di aver informato la Federal Aviation Administration (FAA).

Boeing ha affermato che gli aerei che non sono stati consegnati saranno riprogettati e gli aerei che già trasportano passeggeri saranno sottoposti a un processo di revisione con Boeing e riceveranno conferma dalla Federal Aviation Administration.

Tre fonti hanno detto a Reuters a novembre che i pubblici ministeri nel sud Italia avevano aperto un’indagine sulla fornitura di parti di MBS a Boeing.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x