I ribelli dello Yemen affermano che nove giustiziati per l’omicidio del leader politico | Notizie Houthi

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman e l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump sono stati processati in contumacia ed entrambi sono stati condannati a morte.

Il gruppo Houthi dello Yemen ha affermato che le autorità hanno giustiziato nove uomini condannati per il coinvolgimento nell’uccisione del 2018 di Saleh al-Samad, il principale leader civile del gruppo armato.

Al-Samad, che ha servito come capo dell’amministrazione controllata dagli Houthi che gestisce la maggior parte dello Yemen settentrionale, è stato ucciso nell’aprile 2018 in un attacco aereo della coalizione guidata dai sauditi nella città portuale di Hodeidah, sulla costa occidentale dello Yemen.

Sabato, l’agenzia di stampa pro-ribelle Saba ha detto che una squadra ha sparato ai nove a Maidan, nella capitale yemenita. Erano tra le 17 persone condannate per coinvolgimento nel suo omicidio da un tribunale Houthi.

Altre sette persone, tra cui il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman e l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, sono state processate in contumacia in tribunale e condannate a morte.

La Procura ha eseguito la condanna a morte di nove persone coinvolte nell’omicidio [of al-Samad]Saba ha detto. “Sono stati uccisi in piazza Tahrir… in presenza di alti leader Houthi e residenti di Sanaa”.

La peggiore crisi umanitaria del mondo

Al-Samad è stato il funzionario più anziano ucciso dalla coalizione nella guerra lunga anni in cui gli Houthi stanno combattendo le forze fedeli al governo riconosciuto a livello internazionale con sede nella città portuale meridionale di Aden.

Gli Houthi – che hanno giurato di vendicare la sua morte – hanno regolarmente lanciato missili balistici contro l’Arabia Saudita. Nell’agosto di quest’anno, hanno intensificato gli attacchi transfrontalieri utilizzando anche i droni.

READ  Serbia e Kosovo criticano le relazioni diplomatiche tra Israele e Kosovo | Israel News

Una coalizione guidata dai sauditi sostiene il governo yemenita e ha ricevuto il sostegno delle potenze occidentali. L’Arabia Saudita e i suoi alleati del Golfo spesso affermano che gli Houthi sono delegati del loro arcirivale Iran, cosa che il gruppo e Teheran negano.

Il conflitto è iniziato nel 2014 quando gli Houthi hanno preso il controllo di Sanaa, spingendo la coalizione guidata dai sauditi a intervenire l’anno successivo.

Da allora, decine di migliaia di persone sono state uccise e milioni sono state spinte sull’orlo della fame in quella che le Nazioni Unite descrivono come la peggiore crisi umanitaria del mondo.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x