I ricercatori dell’Università della British Columbia stanno inviando alghe e lieviti nello spazio in una missione della NASA

Un team di scienziati dell’Università della British Columbia ha recentemente inviato nello spazio lievito e alghe di panetteria sperando di studiare gli effetti dell’assenza di gravità e delle radiazioni cosmiche sugli organismi viventi.

I campioni potrebbero fornire informazioni sui modi per proteggere i futuri viaggiatori spaziali – e persino i malati di cancro sottoposti a radioterapia – dalle radiazioni che danneggiano il DNA, secondo il dottor Corey Nislow, professore di farmacologia all’università.

Ad agosto, prima del lancio della missione lunare Artemis 1 della NASA, che ha trasportato i campioni per 42 giorni, Nislow ha spiegato l’esperienza in un’intervista al Dipartimento delle comunicazioni dell’Università della British Columbia.

L’aspettativa, ha detto, è che trascorrere del tempo nello spazio altererà il DNA del lievito e delle alghe, che dovrebbero crescere per sette generazioni durante la missione.

“Volevamo vedere se la firma dell’intero genoma del lievito in risposta alle radiazioni cosmiche è simile a ciò che vedono le cellule esposte a farmaci antitumorali che danneggiano il DNA”, ha detto Nislow all’epoca.

“I nostri dati preliminari suggeriscono che la risposta è sì. In questo modo, la missione Artemis ci fornirà importanti indicazioni su come sviluppare contromisure per combattere i danni da radiazioni al lievito e al DNA dei membri dell’equipaggio, nonché modi per ridurre al minimo gli effetti collaterali di vari trattamenti chimici”.

Questa settimana, Nislow ha detto a CTV News che non era sicuro che l’esperimento avrebbe funzionato.

Quando è rientrato nell’atmosfera terrestre l’11 dicembre, il velivolo contenente fiale di alghe e lievito ha sopportato temperature fino a 2.700 gradi Celsius prima di scendere nell’oceano.

“Devi darti un pizzicotto e dire: ‘Oh, questo è quello che stavamo aspettando e ha funzionato'”, ha detto. “Non avrei mai pensato che avremmo avuto l’esperienza di lasciare la Terra e il modo in cui è successo è stato solo un colpo di fortuna completo.

READ  Pioggia di meteoriti: Pioggia di meteoriti: controlla l'elenco dei principali eventi nel 2023

Entrambi i progetti – Deep Space Radiation Genomics e Moonshot-Algae – sono in corso da un decennio, con la NASA che ha scelto il laboratorio UBC per far parte della missione Artemis.

Ora che i campioni sono tornati a Vancouver, inizia il vero lavoro.

“Questo piccolo granello di lievito”, ha detto Nislow, “ci farà lavorare per anni. Farà lavorare i miei studenti per anni per decifrare cosa è successo al loro genoma”.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x