― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldI talebani chiedono all’Occidente di guardare oltre gli emendamenti relativi alle donne...

I talebani chiedono all’Occidente di guardare oltre gli emendamenti relativi alle donne e ragazze afghane e di costruire relazioni

Islamabad, Pakistan –

Domenica i talebani hanno chiesto all’Occidente di ignorare le misure imposte alle donne e alle ragazze afghane per migliorare le relazioni estere.

Il principale portavoce del movimento, Zabihullah Mujahid, ha affermato che i talebani sostengono alcuni valori religiosi e culturali e aspirazioni pubbliche che “devono essere riconosciuti” per facilitare relazioni bilaterali progressiste piuttosto che affrontare conflitti e stagnazione.

Ciò è avvenuto in un discorso pronunciato da Mujahid il giorno di apertura di un incontro guidato dalle Nazioni Unite in Qatar, volto ad aumentare l’impegno con l’Afghanistan e ottenere una risposta più coordinata alle questioni del Paese.

Questo è il terzo incontro di questo tipo sponsorizzato dalle Nazioni Unite a Doha. I talebani non sono stati invitati al primo incontro e il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha affermato di aver posto condizioni inaccettabili per partecipare al secondo incontro di febbraio, tra cui la richiesta che i membri della società civile afghana siano esclusi dai colloqui e che i talebani siano trattati come l'altra parte. I legittimi governanti del paese.

Le donne afghane sono state escluse dall'attuale incontro di Doha.

Nessun paese ha riconosciuto ufficialmente i talebani e le Nazioni Unite hanno affermato che il riconoscimento rimane quasi impossibile alla luce del continuo divieto all’istruzione e all’occupazione femminile.

Ma domenica Mujahid ha assunto un tono di sfida, affermando che la comprensione politica tra i talebani e gli altri paesi sta migliorando costantemente.

Ha detto che il Kazakistan ha rimosso i talebani dalla lista dei gruppi banditi e che la Russia intraprenderà un'azione simile nel prossimo futuro. Mujahid, che incontrerà gli inviati speciali a margine del vertice, ha detto in precedenza che l'Arabia Saudita aveva espresso l'intenzione di riaprire la sua ambasciata a Kabul.

READ  La Corte Suprema degli Stati Uniti licenzia gli avvocati puniti dopo una “sfortunata” causa a sostegno di Trump

Mujahid ha affermato nelle sue dichiarazioni che le relazioni con i paesi della regione dimostrano che i talebani hanno l'impegno e la capacità di stabilire e mantenere relazioni.

Mujahid ha detto nel suo discorso: “Non nego che alcuni paesi potrebbero incontrare problemi con alcune procedure dell'Emirato islamico. Credo che le differenze politiche tra i paesi siano normali, ed è dovere dei diplomatici esperti trovare modi di interazione e la comprensione invece del confronto.”

Queste differenze non dovrebbero aumentare al punto in cui i paesi potenti usano la loro influenza per imporre pressioni politiche, economiche e di sicurezza che hanno gravemente colpito l’Afghanistan. Non ha menzionato le dure condanne inflitte a donne e ragazze che hanno suscitato indignazione globale, ma in precedenza le aveva definite una “questione interna”. I talebani hanno respinto le critiche sul trattamento riservato alle donne e alle ragazze afghane, descrivendole come un'ingerenza.

Mujahid ha aggiunto: “Pertanto, altri paesi, soprattutto quelli occidentali, possono rimuovere gli ostacoli che impediscono lo sviluppo delle relazioni con il governo afghano”.

La decisione di escludere le donne afghane dall'incontro ha suscitato critiche da parte di gruppi per i diritti umani, del relatore speciale delle Nazioni Unite sui diritti umani in Afghanistan Richard Bennett e del premio Nobel Malala Yousafzai.

Yousafzai, che è stata uccisa da un uomo armato talebano durante la sua campagna per l'istruzione femminile, ha scritto giovedì scorso sulla piattaforma di social media X di aver parlato con il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres dell'incontro di Doha.

Ha detto di sentirsi “disturbata e frustrata” dal fatto che i talebani siano stati invitati a incontrare gli inviati speciali delle Nazioni Unite mentre le donne afghane e i difensori dei diritti umani sono stati esclusi dalla conversazione principale.

READ  Israele bombarda un importante grattacielo residenziale a Rafah mentre i colloqui di tregua vacillano a Gaza Notizie della guerra israeliana a Gaza

Tenere l’incontro senza la partecipazione delle donne afghane ha inviato il segnale “sbagliato” che il mondo era pronto a soddisfare le richieste dei talebani.

Ha aggiunto che ciò che il movimento talebano sta facendo in Afghanistan equivale alla segregazione razziale tra i sessi.

In precedenza, la funzionaria delle Nazioni Unite in Afghanistan, Rosa Otunbayeva, aveva difeso la mancata partecipazione delle donne afghane all’incontro di Doha, sottolineando che le richieste relative ai diritti delle donne sarebbero state sicuramente sollevate.