I talebani chiedono rappresentanza alle Nazioni Unite e iniziano una battaglia per le credenziali

I talebani hanno chiesto di essere rappresentati questa settimana Assemblea Generale delle Nazioni Unite, una mossa che dovrebbe avviare una battaglia diplomatica con il preesistente inviato afghano.

L’Afghanistan è attualmente rappresentato alle Nazioni Unite da Gholam Isakzai, nominato dall’ex governo democratico del Paese, crollato sotto l’avanzata dei talebani il mese scorso. Le domande concorrenti dei talebani e di Izakzai sono ora all’esame del Comitato per le credenziali delle Nazioni Unite.

I talebani, che ora governano l’Afghanistan, lunedì hanno incaricato le Nazioni Unite di sostituire Isaacze con il suo rappresentante speciale, secondo una dichiarazione del portavoce del Segretario generale delle Nazioni Unite Stephane Dujarric.

Il Segretario Generale ha ricevuto un appello con la lettera ‘Emirato Islamico dell’Afghanistan, Ministero degli Affari Esteri’ del 20 settembre 2021, firmata da ‘Amir Khan Muttaki’ nella sua qualità di ‘Ministro degli Esteri’, chiedendo la partecipazione alla 76a sessione del l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 21 e 27 settembre 2021.

Secondo la lettera, Isakzai non rappresenta più l’Afghanistan. Invece, ha nominato Muhammad Sohail Shaheen come candidato del gruppo islamista della linea dura come rappresentante permanente a New York.

La lettera indicava anche che l’ex presidente Muhammad Ashraf Ghani era stato “rovesciato e [countries across the world] Non è più riconosciuto come presidente”, ha detto il portavoce in una nota.

Gli osservatori delle Nazioni Unite hanno previsto un potenziale conflitto quest’anno per almeno due seggi nell’aula dell’Assemblea generale: due in Myanmar e in Afghanistan, dove nuovi regimi sono recentemente saliti al potere, ma i diplomatici che rappresentano i precedenti governi detengono ancora le autorizzazioni delle Nazioni Unite.

READ  Un attacco aereo israeliano uccide un giornalista palestinese nella sua casa di Gaza | Notizie su Gaza

Da quando i talebani hanno preso il controllo dell’Afghanistan, Izakzai ha continuato a difendere il suo paese, incontrando inviati stranieri e persino chiedendo al Consiglio di sicurezza dell’ONU di fare pressione sui talebani per formare un governo più democratico.

La scorsa settimana ha inviato la sua lettera al Segretario generale delle Nazioni Unite con l’elenco dei delegati all’Assemblea generale di questa settimana e si è nominato capo della delegazione.

Dujarric ha affermato che le lettere sono state inviate al Comitato per le credenziali delle Nazioni Unite.

Un alto funzionario del Dipartimento di Stato ha affermato che gli Stati Uniti “ovviamente seguiranno da vicino questo problema e delibereranno con altri membri del Comitato per le credenziali” e hanno osservato che non si aspettano una decisione prima della fine della settimana ad alto livello dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite . .

“Il comitato per le credenziali in generale ha impiegato del tempo. Non mi aspetterei quanto tempo ci vorrà”, ha detto il funzionario ai giornalisti per telefono martedì.

“Vorrei sottolineare che l’Assemblea Generale più ampia dura tre mesi – ovviamente la settimana di alto livello è solo questa settimana e non mi aspetto che questo problema venga risolto entro una settimana di alto livello. Quindi tieni d’occhio il spazio”, ha detto il funzionario.

Il futuro della democrazia sotto i talebani – e in particolare i diritti delle donne e delle ragazze – è stato un tema caldo durante questa settimana ad alto livello alle Nazioni Unite, che ha visto riunirsi a New York più di un centinaio di leader nazionali.

Venerdì il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha votato all’unanimità il prolungamento di sei mesi della missione di aiuto delle Nazioni Unite nel Paese.

READ  Versamento di lava dal vulcano delle Isole Canarie e l'evacuazione dei villaggi | notizie sull'ambiente

Questa storia è stata aggiornata con i commenti di un funzionario del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x