Il bilancio delle vittime delle inondazioni in Cina è triplicato a più di 300 dopo che i funzionari hanno esaminato il bilancio delle vittime

Lunedì, le autorità cinesi hanno affermato che più di 300 persone sono morte nelle recenti inondazioni nella Cina centrale, tre volte il numero precedentemente riportato.

Il governo provinciale dell’Henan ha detto che 302 persone sono morte e 50 sono ancora disperse. La stragrande maggioranza delle vittime si è verificata nel capoluogo di provincia, Zhengzhou, dove 292 persone sono morte e 47 sono disperse. In una conferenza stampa a Zhengzhou, i funzionari hanno affermato che altre 10 persone sono morte in altre tre città.

La pioggia registrata ha inondato la città il 20 luglio, trasformando le strade in fiumi che scorrevano e allagando almeno parte della linea della metropolitana. Un video pubblicato online mostrava veicoli spazzati via e persone disperate intrappolate nei vagoni della metropolitana mentre il livello dell’acqua aumentava. 14 persone sono morte in inondazioni nella metropolitana.

Il precedente bilancio delle vittime annunciato venerdì era di 99.

Le autorità hanno detto che 189 persone sono state uccise in inondazioni e frane, 54 in crolli di case e 39 in aree sotterranee come scantinati e garage, compresi quelli sulla linea 5 della metropolitana. Il bilancio delle vittime è rimasto a sei in un tunnel autostradale 247 veicoli sono stati trasportati da lui. È stato asciugato.

Wang Kai, governatore della provincia di Henan, ha espresso le sue profonde condoglianze alle vittime e la solidarietà alle famiglie a nome del Comitato del Partito Comunista di Henan.

Il peggio è arrivato dopo che Zhengzhou ha colpito 20 centimetri di pioggia in un’ora a partire dalle 16:00 del 20 luglio, sommergendo la città già sommersa. I bambini sono rimasti intrappolati nelle scuole, le persone bloccate sono rimaste nei loro posti di lavoro tutta la notte.

READ  Baarack from the Brink: pecore selvatiche salvate in Australia triturate da 35 kg di lana

Le piogge si sono dirette a nord nei giorni successivi, colpendo le città di Henan, Hebei, Anyang e Xinxiang. Sette persone sono morte e tre sono disperse nello Xinxiang, dove la pioggia record ha fatto cadere più di 25 centimetri d’acqua in un periodo di 19 ore. L’Henan è una provincia interna situata a 620 chilometri a sud-ovest di Pechino.

Le autorità hanno affermato che circa 250.000 ettari di colture sono stati distrutti, con perdite stimate in oltre 90 miliardi di yuan (17,4 miliardi di dollari canadesi). Circa 1,5 milioni di persone sono state evacuate a causa della pioggia e delle inondazioni.

I media cinesi hanno affermato che il governo centrale ha istituito una squadra investigativa per valutare la risposta al disastro, riassumere le lezioni apprese e ritenere chiunque colpevole di inadempienza al dovere di rendere conto.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x