Il Busan Film Festival torna in pieno vigore con eventi ricchi di azione | Partner | Notizie Bielorussia | notizie bielorusse | Bielorussia oggi | Notizie in Bielorussia | Notizie di Minsk

Busan, 6 ottobre (Belta – Yonhap News). Il Busan International Film Festival (BIFF) ha iniziato la sua corsa di 10 giorni mercoledì con una ricca cerimonia di apertura ed è tornato in pieno vigore dopo due anni di mini-eventi.

Le celebrità lussuosamente vestite hanno scattato foto per evidenziare la notte e poi hanno camminato sul tappeto rosso di fronte a fan scricchiolanti, che hanno riempito quasi 5.000 posti a teatro al Busan Film Center nella città portuale sudorientale di Busan.

La cerimonia di apertura, che è stata co-ospitata dagli attori sudcoreani Ryo Jun Yeol e Jun Yoo-kan, era in un’atmosfera festosa, essendo stata ampiamente tenuta per la prima volta in tre anni dalla pandemia. I biglietti per la serata di apertura sono stati esauriti, secondo l’organizzatore.

Il direttore del BIFF Huh Moon-young ha affermato che l’edizione di quest’anno mira ad attirare un livello quasi pre-pandemia con una gamma completa di spettacoli, incontri per i fan ed eventi della comunità.

“Anche se vogliamo una ripresa del 100% al livello pre-pandemia, (prevediamo) una ripresa dell’80-90% rispetto al 2019, dato che ci sono ancora persone che esitano a venire al cinema”, ha detto Huo durante una conferenza stampa.

Il 27° Festival BIFF si è aperto con la prima internazionale del dramma iraniano di Hadi Mohagi “Scent of Wind” e si concluderà il 14 ottobre con “A Man” del regista giapponese Ishikawa Kei, conservando la sua origine come ponte per la promozione dei film asiatici di persone di talento . manager mondiali.

L’ultima uscita presenta 243 film provenienti da 71 paesi, tra cui 89 anteprime mondiali e 13 anteprime internazionali.

READ  Chiellini appoggia l'idea della Premier League e chiede riforme del calcio

La selezione del 2022 sarà proiettata in sette sale a Busan, i cui posti sono disponibili a pieno regime senza restrizioni di distanziamento sociale. Gli spettatori di film sono ancora tenuti a indossare maschere al chiuso.

Questa settimana, gli incontri dei fan con le loro star del cinema e registi preferiti si terranno in vari luoghi per aggiungere eccitazione all’atmosfera festosa.

Giovedì, la leggenda di Hong Kong Tony Leung Chiu Wai parteciperà al premio per il miglior regista asiatico e venerdì terrà anche lunghi colloqui con il pubblico. Il festival presenterà sei film selezionati dall’attore, tra cui “In the Mood for Love” (2000), “Infernal Affairs” (2002) e “2046” (2004).

La cerimonia di presentazione del progetto, che presenta i nuovi progetti di registi di fama mondiale, sarà dedicata ai film europei: “Nessuno è un eroe” del francese Alain Giraudi e “Scarlet” dell’italiano Pietro Marcello.

BIFF presenterà anche in anteprima il primo video di 15 minuti di “Avatar: The Way of Water”, un sequel dell’avatar di James Cameron, prima della sua uscita globale a dicembre. John Landau, co-produttore del film, parlerà del film.

Dopo essere stato presentato lo scorso anno con tre scelte, quest’anno On Screen torna con nove nuove serie TV attraverso piattaforme di streaming globali per offrire ai visitatori rare opportunità di guardare le serie in streaming sul grande schermo prima che vengano rilasciate.

Tra questi ci sono il nuovo originale coreano “Glitch” su Netflix dell’emergente regista coreano Roh Deok e “Yonder” il prossimo dramma di fantascienza per la piattaforma di streaming locale Tving diretto dal famoso regista coreano Lee Joon-ik.

READ  Trasmissione in diretta, EST vs SMR, ora IST India e dove guardarla in TV

Anche il primo progetto in lingua coreana del regista giapponese Takashi Miki, “Connect”, un originale Disney+, sarà rivelato nella sezione On Screen.

Quest’anno, 20 film, tra cui “A Wild Roomer” del regista coreano Lee Jeong-hong, “Shivamma” di Jaishankar Aryar dall’India e “Mille e una notte” di Nao Kubota dal Giappone, gareggeranno per “Nuove correnti”. La sezione principale del concorso per i talenti emergenti.

Una nuova sezione del concorso, “Jiseok”, dal nome del defunto direttore del programma BIFF Kim Jiseok, presenterà premi per aver selezionato il lavoro di registi asiatici tra otto candidati, inclusa l’apertura di “Scent of Wind”.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x