Il capo dell’esercito pakistano giura di difendere la “patria” durante la visita in Kashmir | Notizia

Asim Munir, appena nominato, afferma che l’India non sarà in grado di realizzare i suoi “progetti oltraggiosi” mentre visita l’attuale confine che divide la regione in due.

Il nuovo capo dell’esercito pakistano ha detto che l’esercito è pronto a difendere il paese se viene attaccato mentre visita la linea di controllo, che divide la regione contesa del Kashmir.

“Consentitemi di affermare categoricamente che le forze armate del Pakistan sono assolutamente pronte, non solo a difendere ogni centimetro della nostra madrepatria, ma a restituire la lotta al nemico se ci viene imposta una guerra”, ha dichiarato il tenente generale Asim Munir. Sabato. Secondo una dichiarazione rilasciata dall’ala mediatica dell’esercito.

Ha detto: “Lo stato indiano non sarà in grado di realizzare i suoi piani atroci”.

Il ministero degli Esteri indiano non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Munir ha effettuato la visita pochi giorni dopo aver assunto il comando del potente esercito pakistano.

Il ministro della Difesa indiano Rajnath Singh ha dichiarato alla fine di ottobre che Nuova Delhi era pronta a raggiungere il Gilgit-Baltistan, una regione semi-autonoma del Pakistan. L’India afferma che il Gilgit-Baltistan fa parte del Kashmir ed è occupato illegalmente dal Pakistan.

Islamabad ha descritto la dichiarazione di Singh come “ridicola” e ha affermato di rappresentare la mentalità espansionista di Nuova Delhi e l’ostilità del suo vicino.

Entrambe le potenze nucleari dell’Asia meridionale rivendicano tutto il Kashmir ma ne governano solo una parte. Hanno combattuto due delle loro tre guerre sulla regione himalayana.

Entrambe le parti si accusano spesso a vicenda di aver infranto il cessate il fuoco del 2003 bombardando e sparando attraverso la linea di controllo, il confine de facto di 740 chilometri che divide in due il Kashmir. Dall’inizio del 2021, la linea di controllo è stata per lo più calma dopo un rinnovato cessate il fuoco.

READ  Sono stati annunciati i dettagli per l'evento Freeride femminile di Hannah Bergman, Hangtime

Gli analisti hanno affermato che i generali pakistani mantengono una forte influenza sulla sicurezza e sugli affari esteri.

“La dura retorica sull’India era prevedibile poiché il nuovo presidente vuole assumere un tono forte”, ha twittato lo specialista dell’Asia meridionale Michael Kugelman.

Ma ha detto che era “ancora notevole, dato che i messaggi pubblici sull’India erano piuttosto deboli durante l’ultimo periodo del mandato di Bajwa come capo dell’esercito”, riferendosi al generale Qamar Javed Bajwa, che si è ritirato la scorsa settimana.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x