Il capo di Xbox Game Studios afferma che il Team Redfall dovrebbe essere meglio preparato per essere “first party”

Il capo di Xbox Game Studios afferma che il Team Redfall dovrebbe essere meglio preparato per essere “first party”

Xbox ha avuto un paio di anni difficili, per non dire altro.

Redfall recentemente lanciato a Recensioni nella media e critiche sui bug del gioco, sui problemi di collaborazione e sulle prestazioni, in un momento in cui Xbox soffriva già di preoccupazioni e critiche per diversi anni di silenzio da parte di molti dei suoi 23 studi interni. Almeno fino alla presentazione di ieri, la narrazione era che l’Xbox AAA lo sforzo stava vacillando. Ma tutto ciò pone la domanda: cosa avrebbe potuto fare Xbox in modo diverso?

Come i suoi colleghi dirigenti, Matt Botti, capo degli Xbox Game Studios, capisce che Xbox ha molto da dimostrare a coloro che l’hanno osservata da vicino dalla sua follia di acquisizioni alla fine del 2010. Quindi, dopo l’Xbox Game Showcase, gli ho chiesto se c’era qualcosa che avrebbe fatto diversamente, se solo avesse potuto tornare al 2017 e giocarci di nuovo. Booty risponde dicendomi che cambierà il modo in cui stabilisce le aspettative: non con il pubblico di Xbox, ma con gli sviluppatori che ottengono Xbox.

Quando uno studio diventa parte di Xbox, diventa parte della prima parte; Le persone li vedono attraverso una lente diversa.


Booty risponde: “Quando uno studio diventa parte di Xbox, piaccia o no, diventa parte del first party”. “E come parte della prima festa, sono sotto i riflettori diversi; le persone li guardano attraverso una lente diversa. Ed è mia responsabilità, e nostra responsabilità come organizzazione Xbox più ampia, assicurarmi che lo capiscano, e poi fare in modo che sicuro che siano impostati e che fissiamo le aspettative in modo appropriato. Se sei un piccolo studio indipendente puoi caricare un gioco, o forse stai lavorando a qualcosa e dici ehi, non funziona davvero, carichiamo solo questa cosa , togliti di mezzo e passa al nostro prossimo gioco. Non abbiamo questo lusso come parte di una prima festa.

READ  Google potrebbe rimuovere "Hey Google" per alcune attività dell'assistente vocale

“Se dovessi tornare indietro nel tempo, dove mi sento un po’ escluso dalla faccenda di Redfall, questo progetto è iniziato prima che acquistassimo Zenimax, e penso che avremmo potuto fare un lavoro migliore nell’impostarli… allora per favore torna indietro tempo nella mia piccola macchina del tempo”. Fino al 2017, assicurati che tutti capiscano che non saranno più in grado di spedire un gioco come Double Fine o inXile. Saranno visti come parte della prima festa”.

Dal lancio di Redfall a Recensioni nella media Criticando i bug del gioco, i problemi di collaborazione e le prestazioni, la leadership di Xbox si è assunta la responsabilità della delusione e ha anche indicato di ritenere che avrebbe funzionato meglio. A causa di recensioni false più forti. Riflettendoci, però, Matt Botti, presidente di Xbox Game Studios, aggiunge che parte del motivo per cui il team non era a conoscenza dei problemi era dovuto alle affermazioni secondo cui si trattava di “visione a tunnel” e mancava il quadro più ampio.

“A volte una squadra può avere un po’ di visione a tunnel sul proprio gioco, e altre volte la dirigenza può avere il problema opposto di ingrandire troppo”, dice Booty. Avendo indicazioni che il gioco si comporterà in un certo modo… facciamo in modo che le persone ci giochino, abbiano recensioni, facciano revisioni fittizie e abbiamo solo indicazioni che funzionerà meglio di come ha fatto. E penso che il team fosse così impegnato in ciò che stava costruendo da avere un po’ di visione a tunnel”.

Booty continua dicendo che la responsabilità di Redfall alla fine spetta a lui e al capo di ZeniMax James Leder, e invita i giocatori a non incolpare i singoli sviluppatori.

READ  I giocatori di Modern Warfare 2 sembrano preferire il Vanguard ora

“Se lavori per Arkane, hai passato anni a lavorare su Redfall”, dice. “Per me, mi sento solo per le persone che hanno passato tutto il loro tempo a lavorarci, ottenendo tutto questo fuoco nel loro gioco. Vado immediatamente a, come supportiamo la squadra? Come li supportiamo per far entrare il gioco forma, e cosa impariamo da questo?

Abbiamo anche parlato con Booty del motivo per cui i giochi richiedono così tanto tempo al giorno d’oggi. Booty è apparso anche in un panel con altri capi Xbox per parlare della strategia proprietaria per Xbox, insieme al capo Xbox Phil Spencer che ha parlato dell’importanza della console. E puoi recuperare tutto da Xbox Showcase e Summer of Gaming di IGN qui.

Rebecca Valentine è una giornalista senior di IGN. Puoi trovarla su Twitter @dipendente.

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x