Il centrocampista del calcio italiano è stato contagiato dal virus e dall’infezione

Coronavirus e infortuni hanno creato un buco al centro della squadra di calcio italiana che si prepara al via delle qualificazioni ai Mondiali.

Il centrocampista del Chelsea Jorginho e la sua controparte italiana, Niccolo Barrilla, sono stati i regolari clienti dell’allenatore italiano Roberto Mancini.

Ma il primo soffre di un infortunio al ginocchio e il secondo non è ancora in grado di entrare in Nazionale a causa delle restrizioni del coronavirus.

Sottoposte a restrizioni anche il duo dell’Inter, Stefano Sensi e Alessandro Bastoni, mentre il centrocampista della Roma Brian Cristante è stato convocato ma infortunato.

“Per quanto riguarda i centrocampisti, siamo davvero in difficoltà in mezzo”, ha detto lunedì Mancini.

“Ci manca Jorginho, che non si sentiva bene, ha solo preso un calcio al ginocchio e non era in forma per giocare in queste partite, quindi non abbiamo rischiato.

“Brian Cristante probabilmente tornerà a casa. Aspetteremo e vedremo cosa succederà ai ragazzi dell’Inter”.

Rinviata sabato la partita di Serie A dell’Inter contro il Sassuolo a causa di casi di coronavirus in squadra. Ai suoi giocatori è stato anche vietato di viaggiare per svolgere missioni internazionali.

Lunedì è stata consentita la ripresa delle attività di squadra e molti giocatori dell’Inter sono tornati nei loro paesi d’origine, dove potranno allenarsi ma non recarsi in un paese terzo o giocare partite fino al 31 marzo.

I giocatori dell’Inter devono però attendere una deroga speciale per raggiungere i compagni di squadra nella sede della Nazionale di Coverciano.

“Sono deluso che non siano con noi, ma siamo assolutamente sicuri (possono unirsi)”, ha detto Mancini.

Gli Azzurri hanno iniziato giovedì a Parma la campagna di qualificazione al Mondiale in casa contro l’Irlanda del Nord. Affronteranno la Bulgaria fuori casa il 28 marzo e la Lituania in trasferta dopo tre giorni.

READ  Come guardare il GP di Doha MotoGP in diretta online, guida TV e date delle gare

“La prima partita sarà sicuramente più difficile perché è la prima in cinque mesi”, ha detto Mancini.

“Siamo di fronte a una squadra contro cui non è facile giocare … Tutti i giocatori giocano in Premier League.

“Ma non si possono commettere errori nelle qualificazioni ai Mondiali. Dovremo dare il massimo nelle prossime tre partite”.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x