Il conduttore della CNN appare sbalordito mentre l’avvocato di Trump mette in dubbio l’adeguatezza di un’altra gestione del caso Stormy Daniels

Il conduttore della CNN appare sbalordito mentre l’avvocato di Trump mette in dubbio l’adeguatezza di un’altra gestione del caso Stormy Daniels

C’è stato uno strano momento di apparente azione legale alla CNN durante un’intervista riguardante la rappresentazione di Donald Trump dopo la sua incriminazione.

Uno degli avvocati dell’ex presidente, Tim Parlator, ha minato pubblicamente la credibilità di un altro avvocato di Trump, Joe Tacopina, che ha preso parte a una campagna mediatica questa settimana dopo che Trump è stato accusato del suo ruolo nel caso Stormy Daniels Hush Money.

Il signor Parlatore rappresenta l’ex presidente nelle indagini sui suoi sforzi per ribaltare le elezioni del 2020, nonché sul suo ruolo nell’incitamento alle rivolte del 6 gennaio.

Alla domanda dell’ancora della CNN Caitlan Collins se Tacopina fosse la “persona giusta” per difendere l’ex presidente da più di 30 capi d’accusa a New York, il signor Parlatore ha sollevato un significativo conflitto di interessi.

“Questo è un caso importante”, ha detto Collins venerdì sera, “e, naturalmente, tutti hanno notato quanto sia storica questa accusa… Pensi che Joe Tacopina sia la persona giusta per portare questo caso, in giudizio, per il per il bene del tuo cliente, Trump?”

“Beh, so che Suzanne Nicholas è un avvocato eccezionale, che lavora su tutti gli aspetti legali di questo”, ha esordito il Sig. Parlatore.

“Per quanto riguarda chi perseguirà il caso? So che Joe ha alcuni potenziali problemi di conflitto, dati i suoi contatti passati, con Stormy Daniels. Quindi, chi è l’avvocato appropriato, per perseguire, è una questione che deve decidere il cliente. “

READ  Otto delle case più importanti del mondo

Ha aggiunto: “Alla fine, la decisione di chi sta dalla parte di chi, davanti a una giuria, è una decisione che solo il cliente può prendere”.

Collins è sembrato immediatamente sorpreso, persino sbalordito, dalla dichiarazione e ha prontamente contestato il signor Parlatore sulla sua risposta: “Non sembri pensare che Joe Tacopina possa farlo. E pensi che abbia un conflitto di interessi qui e che alla fine sarebbe l’unico rappresentare Trump, in questo caso?” ?

Il signor Parlatore ha ritirato la sua risposta quando Collins lo ha insistito e ha detto che non avrebbe commentato il signor Tacopina, anche se lo aveva appena fatto.

Era il signor Tacopina Scambi con la signora Daniels nel 2018 in relazione a una potenziale rappresentanza e consegnata all’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan dal suo attuale avvocato Clark Brewster, che lo considera un conflitto di interessi.

Ce l’ha il signor Tacopina Ha negato qualsiasi conflitto di interessi o che informazioni riservate sono state condivise con lui o il suo ufficio. Ha anche negato di aver mai incontrato o parlato con Daniels.

Inoltre, in un’apparizione alla CNN nel 2018, il signor Tacopina sembrava criticare i pagamenti del signor Trump a Daniels definendoli “illegali” e “frodi”.

quando sono arrivato prima L’indipendente Per il commento, il signor Tacopina ha chiarito i suoi commenti confermando che due volte durante le sue apparizioni nel 2018, ha detto: “Se è effettivamente così”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x