Il critico del Cremlino Alexei Navalny “potrebbe morire in qualsiasi momento”: Dottore | Vladimir Putin News

Un medico dice che il leader dell’opposizione russa imprigionato è a rischio di arresto cardiaco e danni ai reni settimane dopo lo sciopero della fame

Un medico ha detto al leader dell’opposizione russa in carcere Alexei Navalny, che è entrato nella terza settimana di sciopero della fame, che la sua salute si sta rapidamente deteriorando e che il 44enne critico del Cremlino potrebbe essere sull’orlo della morte.

Il dottor Yaroslav Ashikmen ha detto, sabato, che i risultati dei test che ha ricevuto dalla famiglia Navalny hanno mostrato che aveva livelli di potassio molto alti, che potrebbero portare ad arresto cardiaco, e livelli elevati di creatinina indicavano una compromissione renale.

“Il nostro paziente può morire in qualsiasi momento”, ha detto in un post di Facebook.

Anastasia Vasilieva, presidente dell’Alliance of Physicians Union, sostenuta da Navalny, ha dichiarato su Twitter che “l’azione deve essere intrapresa immediatamente”.

Navalny è l’avversario più importante e persistente del presidente russo Vladimir Putin.

I suoi medici personali non potevano vederlo in prigione. Ha fatto uno sciopero della fame per protestare contro il rifiuto di consentire loro di visitarli mentre iniziava a soffrire di forti dolori alla schiena e perdita di sensibilità alle gambe.

Venerdì, Navalny ha detto che le autorità della prigione avevano minacciato di metterlo in una giacca legata per nutrirlo con la forza a meno che non avesse rinunciato allo sciopero della fame.

Il servizio carcerario russo ha detto che Navalny sta ricevendo tutto l’aiuto medico di cui ha bisogno.

Navalny è stato arrestato il 17 gennaio quando è tornato in Russia dalla Germania, dove ha trascorso cinque mesi a riprendersi dall’avvelenamento da gas nervino che ha attribuito al Cremlino.

READ  Trump visiterà il suo muro di confine sulla scia dei disordini di Capitol Hill

I funzionari russi hanno negato qualsiasi coinvolgimento e hanno persino chiesto se Navalny fosse stato avvelenato, il che è stato confermato da diversi laboratori europei.

È stato condannato a due anni e mezzo di prigione sulla base del fatto che la sua lunga guarigione in Germania ha violato una pena sospesa contro cui era stato emesso per frode in un caso secondo Navalny è politicamente motivato.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x