Il degradato missile cinese Long March 5B dovrebbe tornare nell’atmosfera l’8 maggio

Il Pentagono ha detto che si aspetta che un missile cinese esca dall’orbita e torni nell’atmosfera terrestre l’8 maggio.

Il Pentagono ha detto che si aspetta che un inciampante missile cinese cada dall’orbita e torni nell’atmosfera terrestre sabato, anche se i funzionari dicono che è troppo presto per prevedere dove cadranno i detriti.

Il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto ai giornalisti mercoledì che il segretario alla Difesa Lloyd Austin viene regolarmente informato sulla traiettoria del cuore del missile Long March 5B, che è riuscito a mettere in orbita parte della prima stazione spaziale cinese il mese scorso. Tuttavia, mentre il missile è monitorato dal Comando spaziale degli Stati Uniti, Kirby ha detto che non c’è molto che i militari possano fare al riguardo a questo punto.

“Non abbiamo abbastanza precisione nelle informazioni in questo momento sul rientro e su come sarebbe parlare di azioni specifiche in un modo o nell’altro”, ha detto Kirby. “Siamo troppo lontani ora per iniziare a speculare su cosa potrebbe essere nel prossimo futuro qui”.

Questa settimana il 18 ° squadrone di sorveglianza spaziale dell’esercito ha iniziato a pubblicare aggiornamenti quotidiani sul sito web dei missili all’indirizzo www.space-track.org.

Alla domanda sul missile, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Winbin ha detto in una conferenza stampa regolare giovedì a Pechino che la Cina è pronta a lavorare con altri paesi su questioni di sicurezza legate allo spazio.

A differenza della maggior parte dei veicoli di lancio del primo stadio, che di solito inviano i loro carichi in orbita e cadono immediatamente sulla Terra in un’area pre-pianificata, anche il razzo cinese che trasporta l’unità della stazione spaziale è entrato in orbita e alcuni analisti ritengono che ora si stia deteriorando.

READ  Il satellite della NASA trova prove di sale su Marte

Il problema dei detriti spaziali si sta intensificando poiché gli stati e le società private accelerano lo spiegamento di satelliti in miniatura ea terra bassa. Nella maggior parte dei casi, i satelliti ei detriti spaziali che rientrano nell’atmosfera tendono a bruciare prima di colpire la Terra o sono diretti in modo da frantumarsi nell’oceano lontano dalla Terra.

Ma non sempre.

La prima stazione spaziale statunitense, lo Space Laboratory, rientrò nell’atmosfera nel luglio 1979, con alcuni frammenti che cadevano nell’Australia occidentale. Nessuno è ferito.

La Cina è stata criticata da Jim Bridenstine, allora direttore della NASA, l’anno scorso quando i detriti di un altro missile Long March 5B sono entrati nell’atmosfera. Citando i resoconti locali, SpaceNews ha detto all’epoca che pezzi di detriti fino a 12 metri (39 piedi) sono caduti in Costa d’Avorio.

Alla domanda sul ritorno della Lunga Marcia mercoledì, il segretario stampa della Casa Bianca Jane Psaki ha detto che gli Stati Uniti volevano lavorare con altre nazioni spaziali per promuovere “comportamenti spaziali responsabili”.

“È nell’interesse comune di tutte le nazioni agire in modo responsabile nello spazio, per garantire la sicurezza, la stabilità, la sicurezza e la sostenibilità a lungo termine delle attività nello spazio”, ha detto Psaki. “Lavoreremo con i nostri partner internazionali su questo, e ovviamente affronteremo questo – qualcosa che faremo attraverso quei canali”.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x