Il famoso chef italiano Carlo Craco ha citato con successo un giornale per aver criticato il suo risotto

Solo la vendetta serve al fresco! Il famoso chef italiano Carlo Craco ha citato con successo un giornale per aver criticato il suo risotto

  • Cracovia, 56 anni, ha servito un risotto al pomodoro con manzo wagyu brasato a una cena nel 2016
  • Achille Ottaviani ha scritto un commento feroce, dicendo che gli ospiti sono partiti per gli spiedini
  • Il giudice Masterchef Cracovia ha intentato una causa per diffamazione per un importo totale di € 34.500


Uno chef italiano ha citato con successo un giornale per aver criticato il suo risotto a una cena del 2016.

Carlo Cracovia, 56 anni, ex giudice di Masterchef italiano, ha citato in giudizio l’editore de La Cronaca di Verona Achilles Ottaviani per la sua dura recensione.

Lo chef, il cui ristorante ha guadagnato due stelle Michelin, ha servito alla festa un risotto con pomodoro, limone, cumino e wagyu brasato.

Il famoso chef italiano Carlo Craco (nella foto) ha citato con successo un giornale criticando il suo risotto a una cena nel 2016.

Ha ospitato 400 ospiti per il 50° anniversario dell’annuale Vinitaly Wine Festival.

Ma Ottaviani ha scritto dopo cena che molti commensali se ne sono andati delusi e si sono diretti ai vicini negozi di kebab, al centro della denuncia legale di Cracovia, volte menzionato.

L’editore ha detto: “Risto è delizioso, carne dura, le verdure non ci stanno, se non nella follia di una grandezza culinaria che non esiste.

READ  Ricordi le parole di Agnelli?

“Le migliori patatine del San Carlo che Cracco promuove in tv”.

Cracco ha vinto due cause per diffamazione e il tribunale ha condannato Ottaviani a pagare 11.000 euro di multa, 20.000 euro di danni iniziali e 3.500 euro di spese per diffamazione.

Lo chef ha detto che stava valutando l’apertura di una causa civile separata per altri 50.000 euro.

Ha detto che la recensione pungente aveva influito sul suo lavoro.

Poiché la recensione includeva risposte di ospiti anonimi, non era né un’opinione né una dichiarazione di fatti e quindi non era protetta dalla legge italiana.

Cracovia, 56 anni, ex giudice di Masterchef italiano, ha citato in giudizio Achille Ottaviani, editore de La Cronaca di Verona (nella foto)

Cracovia, 56 anni, ex giudice di Masterchef italiano, ha citato in giudizio Achille Ottaviani, editore de La Cronaca di Verona (nella foto)

Il giornalista gastronomico Dario Di Marco ha dichiarato: “Se avesse scritto: ‘Sono rimasto deluso, le patatine avrebbero potuto essere migliori e sono andato a prendere un kebab appena sono uscito’, quella sarebbe stata una critica protetta come opinione soggettiva .”

Dopo aver pubblicato la recensione, Cracco ha risposto online dicendo: “Parlare negativamente di me o attaccarmi è diventato l’hobby più desiderabile per ottenere più visualizzazioni o più fama.

Insomma, un modo per far parlare di sé le persone.

Ha detto che gli ospiti hanno elogiato la qualità della carne nel risotto e non hanno visto nessun ospite partire per gli spiedini.

Questa è la seconda volta che Cracco ha citato con successo Ottaviani per diffamazione, vincendo in precedenza € 1.000 per un’altra recensione negativa.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x