Il fondatore a cinque stelle d’Italia, ex primo ministro per ricucire le spaccature, accetta di rilanciare il partito

ROMA (Reuters) – L’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il fondatore del Movimento Cinque Stelle Beppe Grillo hanno raggiunto domenica un accordo per superare i recenti disaccordi sul futuro del partito, aprendo la strada. per rilanciarlo.

Il litigio tra Grillo e Conte, che ha accettato di assumere la guida del partito militante dopo il crollo della sua coalizione a gennaio, ha minacciato di creare problemi al governo di unità nazionale di Mario Draghi.

5 Stelle è il gruppo più numeroso in Parlamento dopo aver vinto le elezioni del 2018 e fa parte del governo Draghi.

Ma molti politici e sostenitori a cinque stelle erano scontenti di alcune delle politiche di Draghi e se il partito avesse diviso un gran numero dei suoi deputati, avrebbero potuto passare all’opposizione.

Conte si è detto “completamente soddisfatto” dell’accordo raggiunto con Grillo e ora sarà possibile rilanciare il partito.

“E’ ora di lasciarsi alle spalle le ombre di questi giorni difficili”, ha detto Conte, aggiungendo che era stata tracciata una netta divisione dei ruoli tra lui come leader e Grillo come garante dei principi fondanti 5 stelle.

Il partito è andato allo sbando alla fine di giugno quando Grillo ha detto che Conte non era adatto per essere il prossimo leader del movimento.

Conte, che in precedenza non aveva affiliazione di partito, ha fatto piani per una ristrutturazione a 5 stelle lungo le linee prevalenti di centrosinistra, ma Grillo ha bloccato tutto, protestando per la sua emarginazione.

“Beppe Grillo e Giuseppe Conte hanno concordato all’unanimità le nuove regole del Movimento Cinque Stelle”, ha dichiarato Vito Karimi, veterano del partito ed ex leader ad interim.

READ  Shapovalov si è qualificato per il terzo turno dell'Open d'Italia e ha giocato una partita contro Nadal

La leadership chiara e la legittimità sono la chiave per la stabilità, ha detto, aggiungendo che Grillo e Conte si incontreranno di nuovo e che al leader del partito seguirà il voto su una nuova legge.

Sebbene i dettagli dell’accordo non siano stati definiti, molti dei membri anziani a cinque stelle hanno accolto con favore la tregua.

“Questo accordo ci permette di ripartire in un momento difficile – ha detto il ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli -. E’ stato un compito molto difficile, ma ce l’abbiamo fatta”.

(Copertina) Julia Segretti Montaggio di Jane Merriman e Frances Kerry

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x