Il G7 invoca “l’unità” contro la Russia; L’UE promette denaro all’Ucraina

Il funzionario degli affari esteri dell’Unione europea ha affermato che l’Unione europea sta dando all’Ucraina altri 520 milioni di dollari per acquistare armi pesanti per respingere un’invasione russa.

Josep Borrell, l’alto rappresentante dell’UE per la politica estera, ha affermato di sperare anche di persuadere gli Stati membri del blocco ad accettare presto un embargo petrolifero contro la Russia, nonostante le preoccupazioni di alcuni paesi.

“Forniremo una nuova tranche di altri 500 milioni per sostenere l’esercito ucraino”, ha detto Borrell ai giornalisti prima della riunione del G7 a Weissenhaus, sulla costa baltica tedesca. Ha aggiunto che i fondi saranno destinati all’acquisto di armi pesanti e aumenteranno il sostegno finanziario totale dell’Unione Europea all’Ucraina a due miliardi di euro (2,1 miliardi di dollari).

All’incontro parteciperanno anche alti diplomatici provenienti da Germania, Gran Bretagna, Canada, Francia, Italia, Giappone e Stati Uniti. Borrell ha affermato che intendono cercare più modi per aumentare la pressione sulla Russia attraverso sanzioni economiche, isolare Mosca a livello internazionale e contrastare la disinformazione diffusa dalla Russia.

Lunedì i diplomatici dell’Unione europea terranno colloqui su un possibile embargo petrolifero russo. L’Ungheria ha resistito a questa mossa a causa della sua forte dipendenza dalle importazioni russe, ma Borrell ha espresso ottimismo.

READ  Binance, uno dei più grandi exchange di criptovalute al mondo, assume un ex investigatore criminale del Tesoro degli Stati Uniti come funzionario globale del riciclaggio di denaro

“Abbiamo bisogno di questo accordo e lo otterremo”, ha detto.

“Dobbiamo comprendere le circostanze speciali di ciascuno dei 27 Stati membri”, ha aggiunto. “Ma se non c’è accordo a livello dei due ambasciatori, i ministri, quando si riuniranno in Consiglio Affari Esteri, devono dare l’impulso politico”.

Borrell ha affermato che è importante che la riunione del G7 presenti un “fronte unito” – un sentimento ripreso dal ministro degli Esteri britannico Liz Truss.

“È molto importante in questo momento continuare a fare pressione su Vladimir Putin fornendo all’Ucraina più armi e aumentando le sanzioni”, ha affermato. “L’unità del G7 è vitale durante questa crisi per proteggere la libertà e la democrazia”.

Tra le questioni all’ordine del giorno di Weissenhaus c’è come liberare i milioni di tonnellate di grano bloccato in Ucraina, un importante esportatore agricolo, di cui c’è un disperato bisogno per alleviare la carenza di cibo in tutto il mondo.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba e il suo omologo della vicina Moldova, Nico Popescu, sono stati invitati all’incontro come ospiti.

Circa 3.500 agenti di polizia sono stati dispiegati sul luogo dell’evento a nord-est di Amburgo per fornire sicurezza.

———

Segui la copertura dell’AP sulla guerra su https://apnews.com/hub/russia-ukraine

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x