Il giovane nuotatore rumeno batte il record del mondo nei 100 metri stile libero maschili agli Europei

Il 17enne rumeno David Popovici è diventato il più giovane nuotatore a battere il record mondiale nei 100 metri stile libero maschili sabato, superando il record stabilito più di 13 anni fa nella stessa piscina.

Popovici ha raggiunto gli Europei in 46,86 secondi superando il 46,91 del brasiliano Cesar Cielo ai Mondiali del 2009, sempre allo storico Foro Italico di Roma.

Cielo ha stabilito il suo record il 30 luglio 2009, nell’ultimo grande incontro internazionale per consentire le tute di gomma. Ha resistito più a lungo di qualsiasi record nella storia dell’evento, risalendo al 1905.

Ora appartiene a una delle stelle dello sport emergenti.

“Non c’era fretta e dovevo essere molto paziente riguardo al record mondiale”, ha detto Popovici. “È stato doloroso ma ne è sempre valsa la pena e ora mi sento bene. È stato fantastico ed è molto speciale battere questo record stabilito qui nel 2009 da Cesar Cielo”.

Cielo detiene ancora il record di 50 stile libero, che è tra gli otto parametri di riferimento per i percorsi lunghi maschili rimasti dall’era delle tute di gomma. Cinque di questi sono ambientati nei mondi sovralimentati del 2009.

razza splendente

Popovici è stato eliminato a 22.74 e ha stabilito il record andando a 24.12 al giro, battendo facilmente lo specialista ungherese delle farfalle Christoph Milak per 0.61. L’italiano Alessandro Merisi ha preso il bronzo con un tempo di 47,63 punti.

“Questa è stata una grande gara e ho avuto il piacere di nuotare insieme a David”, ha detto Melak. “David è un grande nuotatore, penso che sia lo stesso pazzo genio del freestyle che sono io nella farfalla. È fantastico che il suo nome sia stato sui titoli dei giornali per così tanti anni”.

READ  Quale canale TV trasmette Italia U21 vs Irlanda U21? Orario d'inizio, notizie sulla squadra, trasmissioni in diretta e enormi quote di qualificazione europea

L’apparizione di Popovici rappresenta una resa dei conti potenzialmente enorme alle Olimpiadi di Parigi del 2024, dove la superstar americana Caleb Dressel – cinque medaglia d’oro ai Giochi di Tokyo della scorsa estate – arriverà come medaglia d’oro nei 100 liberi.

Popovic aveva fatto la sua apparizione ai mondiali di Budapest di quest’anno, vincendo l’oro nelle gare del 100° e 200° stile libero. Non ha avuto la possibilità di nuotare nel 100esimo contro Dressel, che si è ritirato dall’evento per motivi di salute prima della finale.

Anche Melak, detentore del record mondiale nei 200 flys, spera di far parte del mix di nuoto freestyle a Parigi.

“Il mio obiettivo è molto chiaro”, ha detto ungherese. “Voglio solo salire di livello in questo evento per arrivare a Parigi 2024 con la possibilità di nuotare in quasi 47 secondi”.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x