Il giudice degli Stati Uniti ordina alla società di revisione di consegnare i documenti finanziari di Trump al comitato della Camera

Un giudice statunitense, mercoledì, ha ordinato alla società di contabilità Mazars, di proprietà di Donald Trump, di consegnare alcuni documenti finanziari dell’ex presidente a un comitato della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, ma non tutti i documenti richiesti dal comitato del Congresso.

La decisione del giudice distrettuale degli Stati Uniti Amit Mehta è arrivata in una causa di lunga data intentata dal Comitato di sorveglianza della Camera controllato dai democratici, che ha emesso il primo mandato di comparizione per i registri finanziari di Trump nel 2019.

Mehta ha affermato che Mazars dovrebbe consegnare i documenti relativi al Trump Hotel di Washington, DC, affermando che la commissione ha dimostrato di aver bisogno di loro per valutare la potenziale legislazione e condurre la supervisione del governo.

La storia continua sotto l’annuncio

Ma il giudice non ha permesso agli investigatori della Camera di vedere i moduli di divulgazione che Trump ha presentato al governo che identificava le sue attività e passività.

Mehta ha affermato di essere “lasciato in discussione la necessità (o anche l’utilità unica) dei documenti personali del presidente Trump”.

La causa è tornata nell’aula del tribunale di Mehta dopo un viaggio alla Corte Suprema degli Stati Uniti. In una decisione del luglio 2020, la Corte Suprema ha affermato che Mehta doveva rivedere la sua analisi legale.

In quella decisione 7-2, i giudici hanno affermato che i Democratici della Camera nell’aula del tribunale di Mehta devono chiarire ulteriormente la loro necessità di documenti e che Mehta dovrebbe soppesare questa giustificazione dichiarata rispetto agli oneri imposti a Trump dal rispetto della citazione.

READ  Funzionari di Biden visitano il confine tra Stati Uniti e Messico per monitorare un aumento degli attraversamenti | Immigrazione negli Stati Uniti

A differenza di altri presidenti, Trump si è rifiutato di rilasciare le sue dichiarazioni dei redditi e altri documenti che potrebbero fornire dettagli sulla sua ricchezza e sulle attività dell’azienda di famiglia, The Trump Organization.

Cyrus Vance Jr., il procuratore distrettuale di Manhattan, ha ottenuto separatamente le dichiarazioni dei redditi di Trump, ma ciò non significa che il pubblico le vedrà.

I documenti sono stati ottenuti in relazione a un’indagine del Grand Jury e la legge di New York richiede che i materiali del Grand Jury siano mantenuti riservati.

La storia continua sotto l’annuncio

Le nostre newsletter sugli aggiornamenti mattutini e serali sono state scritte dagli editori di Globe, fornendo un riassunto conciso dei principali titoli della giornata. Registrati oggi.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x