Il governo Draghi approva 14 miliardi di euro di aiuti energetici

Contenuto dell’articolo

(Bloomberg) – Il governo italiano ha approvato un pacchetto di aiuti energetici da 14 miliardi di euro (14 miliardi di dollari) per aiutare le aziende stressate dall’aumento dei costi, l’ultima misura emessa dal primo ministro Mario Draghi in vista delle elezioni generali della prossima settimana.

Contenuto dell’articolo

“Non ci sarà bisogno di ulteriori prestiti perché utilizzeremo i flussi fiscali aggiuntivi degli ultimi mesi che sono stati spinti da una maggiore inflazione e una maggiore crescita”, ha detto Draghi ai giornalisti durante una conferenza stampa a Roma venerdì.

Contenuto dell’articolo

Le misure includono crediti che le aziende da ottobre possono utilizzare contro la loro bolletta fiscale che vanno dal 25% al ​​40% dei costi energetici, a seconda delle loro esigenze. Nel frattempo, l’attuale sistema creditizio verrà esteso.

Il ministro delle Finanze italiano Daniele Franco ha dichiarato durante la conferenza stampa che l’Italia ha finora speso circa 66 miliardi di euro in 8 diversi pacchetti per garantire che famiglie e cittadini siano protetti dalle peggiori crisi energetiche e dei prezzi, il tutto senza chiedere ulteriori prestiti al Parlamento. .

Contenuto dell’articolo

Ha aggiunto che l’economia italiana è resiliente e non sarà in recessione nel terzo trimestre. Franco ha detto che il deficit sarebbe rimasto al 5,6%, come previsto.

suffragio nazionale

Gli elettori andranno alle urne il 25 settembre, proprio mentre l’aumento dei costi energetici e l’aumento dei tassi di interesse gettano un’ombra sul prossimo inverno.

Tra le altre voci approvate venerdì figurano le garanzie statali sui prestiti richiesti da società con problemi di liquidità per l’aumento delle spese e la proroga del credito d’imposta sui carburanti fino a novembre finalizzata al taglio dei costi alla pompa.

READ  Il Console Generale della Repubblica Dominicana in Italia promuove il turismo e gli investimenti nel Paese

Il governo ha inoltre stanziato fondi per il settore agricolo, scolastico, sportivo, culturale, dei trasporti pubblici e della sanità.

Tali misure dovrebbero vincolare l’Italia fino a quando un nuovo governo non prenderà il potere dopo il voto. Oltre ad affrontare le tensioni internazionali, i vincitori delle imminenti elezioni dovranno affrontare anche conflitti interni a causa del debito elevato, della bassa crescita, dell’invecchiamento della popolazione e delle disuguaglianze intrattabili tra Nord e Sud.

L’italiana Giorgia Meloni Brothers, la cui alleanza di destra era in testa ai sondaggi prima dell’inizio del blackout all’inizio di questa settimana, ha promesso di mantenere le finanze del paese sulla strada giusta. Dovrà inoltre garantire che gli obiettivi monetari per il Recovery Fund dell’UE continuino a essere raggiunti, consentendo all’Italia di ricevere quasi 200 miliardi di euro in sovvenzioni e prestiti ad essa destinati nei prossimi anni.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x