Il James Webb Space Telescope ha lanciato con successo lo scudo solare decisivo

1/5

Illustrazione raffigurante il telescopio spaziale James Webb fluttuante nello spazio dopo il lancio e la distribuzione dello schermo solare e della piastra riflettente. Immagine per gentile concessione della NASA

Gennaio. 1 (UPI) – Enorme crema solare a bordo dei 10 miliardi di dollari James Webb La NASA ha affermato che il telescopio spaziale è stato lanciato con successo in una fase cruciale per le sue operazioni.

Il boom centrale del secondo scudo solare, o tribordo, è stato esteso al telescopio venerdì sera, mentre l’osservatorio ha attraversato “un’altra significativa fase di propagazione”, l’agenzia spaziale annunciare.

Questa pubblicazione è culminata in un’operazione di due giorni in cui tutti i 107 telescopi erano di interesse Dispositivi di rilascio a membrana Sono stati lanciati con successo, consentendo allo scudo solare di espandersi completamente nella sua forma simile a un aquilone nello spazio.

Spinti dai suoi motori, i bracci medi si estendevano lentamente orizzontalmente dalla navicella, tirando i diaframmi ripiegati del parasole per tutta la sua larghezza di 47 piedi. Le braccia a metà braccio sono ora bloccate nella loro posizione finale.

“I bracci intermedi sono la spina dorsale dello schermo solare e fanno il lavoro pesante per rivelare e tirare le membrane in questa forma ormai iconica”, ha dichiarato il direttore dell’Osservatorio Webb Keith Parrish in una nota.

Ma ha avvertito che “abbiamo ancora molta strada da fare nell’intero processo di implementazione”, poiché gli ingegneri si separeranno nei prossimi giorni e poi stringeranno ciascuno dei cinque strati del parasole individualmente per raggiungere la sua forma tesa finale.

Webb è a soli nove giorni di distanza da un’implementazione di 29 giorni in cui il telescopio si aprirà e si propagherà a un ritmo gelido per garantire il successo.

READ  Salute del cuore: camminare più velocemente riduce il rischio

Fa tutto parte della tecnologia all’avanguardia che farà di Webb il telescopio più grande e potente della storia. Utilizzerà strumenti a infrarossi ultraraffreddati per osservare esopianeti, buchi neri e Galassie che si sono formate 13,5 miliardi di anni fa, era il più antico mai visto.

Ma questi strumenti devono essere così freddi – 370 gradi Fahrenheit – che la luce del sole o persino i propulsori di Webb possono causare interferenze. Quindi una crema solare isolerà i dispositivi da queste fonti di calore.

Gli strati della membrana sono progettati con uno spazio tra di loro per consentire al calore di irradiarsi, con lo strato più grande e più piatto che è il più vicino al sole.

Un’immagine della Stazione Spaziale Internazionale è stata catturata dalla navicella spaziale SpaceX Crew Dragon Endeavour durante un volo intorno al laboratorio orbitante dopo che è stata sganciata dal porto rivolto verso lo spazio del modulo Harmony l’8 novembre. foto dalla NASA

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x