Il Kosovo apre l’ambasciata per Israele a Gerusalemme | Notizie di Gerusalemme

Questo passo controverso arriva dopo il riconoscimento da parte di Israele dell’indipendenza del Kosovo e significa che ora ci sono tre paesi che hanno ambasciate a Gerusalemme.

Il Kosovo afferma di aver ufficialmente aperto la sua ambasciata in Israele a Gerusalemme, diventando il primo paese europeo a istituire un’ambasciata nella città contesa, il cui status è al centro del conflitto israelo-palestinese.

Una dichiarazione del ministero degli Esteri ha detto domenica che la mossa è arrivata dopo l’instaurazione di relazioni diplomatiche con Israele il 1 ° febbraio e il vertice Kosovo-Serbia tenutosi alla Casa Bianca a settembre.

“Il Ministero degli Affari Esteri e della Diaspora annuncia l’apertura ufficiale dell’ambasciata del Kosovo nello Stato di Israele, con sede a Gerusalemme”, si legge nel comunicato.

Il Kosovo segue gli Stati Uniti e il Guatemala nella creazione della loro ambasciata a Gerusalemme.

La decisione del Kosovo è stata presa quando il primo ministro uscente Avdallah Houti ha incontrato il presidente serbo Aleksandar Vucic alla Casa Bianca a settembre con l’allora presidente Donald Trump.

“Il posizionamento delle targhe e della bandiera dello stato nell’ambasciata del Kosovo in Israele riflette l’impegno del governo del Kosovo a rispettare il suo impegno di stabilire la missione diplomatica a Gerusalemme”, si legge nel comunicato.

Inas Demiri, incaricato d’affari del Kosovo presso Israele, lo ha descritto come “un momento veramente orgoglioso e storico”.

READ  La casa d'infanzia di Malcolm X a Boston le è valsa una valutazione storica

“Il più grande onore nella mia vita è avere l’opportunità di aprire l’ambasciata e servire con orgoglio il mio paese in Israele”, ha scritto Damiri su Twitter.

I palestinesi affermano che Gerusalemme est occupata, conquistata da Israele nella guerra in Medio Oriente del 1967, è la capitale del loro futuro stato.

La maggior parte della comunità internazionale non riconosce l’annessione israeliana di Gerusalemme est e afferma che le rivendicazioni concorrenti alla città devono essere risolte attraverso negoziati. La maggior parte delle ambasciate internazionali si trova a Tel Aviv.

Riconoscimento dell’indipendenza

La mossa era in cambio del riconoscimento israeliano del Kosovo, una grande vittoria per gli sforzi di Pristina per ottenere il pieno riconoscimento globale dell’indipendenza dichiarata nel 2008 dopo la guerra con la Serbia negli anni ’90.

La Serbia ha rifiutato di riconoscere la sua precedente indipendenza, quindi mentre il Kosovo è ora riconosciuto da gran parte del mondo occidentale, il suo rifiuto da parte dei due principali alleati di Belgrado, Russia e Cina, lo ha allontanato dalle Nazioni Unite.

Israele è stato un altro grosso ostacolo fino al mese scorso, quando ha stabilito relazioni diplomatiche con il Kosovo.

In cambio, il Kosovo ha seguito il riconoscimento di Gerusalemme come capitale dello Stato ebraico.

Albin Corte, il primo ministro designato, si è trovato in una difficile posizione diplomatica prima di assumere l’incarico dopo la pressione della Turchia, uno stretto alleato della nuova nazione dei Balcani occidentali, di cambiare idea sulla posizione di Gerusalemme.

“L’ubicazione dell’ambasciata verrà presa in considerazione dopo aver verificato i documenti del governo uscente”, ha detto Corti.

READ  La Gran Bretagna impone sanzioni a sei membri dell'alto regime siriano | Siria

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha avvertito il Kosovo che questa mossa potrebbe danneggiare le future relazioni con il suo Paese.

In uno dei conflitti più intrattabili d’Europa, la Serbia ha rifiutato l’indipendenza del Kosovo dalla sua secessione nella guerra del 1998-1999 che si è conclusa solo con una campagna di bombardamenti della NATO contro le forze serbe.

Il Kosovo e la Serbia stanno subendo crescenti pressioni da parte dell’Occidente per risolvere l’impasse, che è considerata cruciale per l’adesione di entrambe le parti all’Unione europea.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x