Il leader cinese Xi mette in guardia contro la “Guerra Fredda” nella regione Asia-Pacifico

WELLINGTON, Nuova Zelanda – Giovedì il presidente cinese Xi Jinping ha messo in guardia dal permettere che le tensioni nella regione Asia-Pacifico tornino a una mentalità da Guerra Fredda.

Le sue osservazioni sono arrivate a margine del vertice annuale della cooperazione economica Asia-Pacifico, settimane dopo che Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia hanno annunciato una nuova alleanza per la sicurezza nella regione che vedrebbe l’Australia costruire sottomarini nucleari. La Cina ha fortemente criticato l’accordo.

In un’illustrazione separata delle tensioni all’interno dell’APEC, un delegato del sud-est asiatico ha dichiarato all’Associated Press che il gruppo finora non è riuscito a raggiungere un accordo sull’offerta degli Stati Uniti per ospitare il vertice del 2023 a causa delle richieste insoddisfatte della Russia.

Shi ha parlato in un video preregistrato al vertice del CEO dell’APEC, che la Nuova Zelanda sta ospitando in formato virtuale. Xi è programmato per partecipare a un incontro online con altri leader dei paesi del Pacifico, incluso il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, sabato.

Nel suo discorso, Xi ha affermato che i tentativi di tracciare confini nella regione per motivi ideologici o geopolitici falliranno. Il suo riferimento alla Guerra Fredda riflette la posizione spesso affermata di Pechino secondo cui gli Stati Uniti dovrebbero abbandonare questo modo di pensare alla Cina.

“La regione Asia-Pacifico non può e non deve tornare al confronto e alla divisione dell’era della Guerra Fredda”, ha affermato Xi.

Xi ha anche affermato che la regione dovrebbe garantire che le linee di approvvigionamento continuino a funzionare e continuino a liberalizzare il commercio e gli investimenti.

“La Cina rimarrà risoluta nel portare avanti le riforme e l’apertura per dare slancio allo sviluppo economico”, ha affermato.

READ  Un uomo armato rimane intrappolato in una stanza d'albergo di Honolulu

Ha affermato che il compito più urgente nella regione è quello di compiere uno sforzo globale per combattere l’epidemia e uscire dalla sua ombra il più rapidamente possibile.

Nel frattempo, il delegato del sud-est asiatico, che ha parlato a condizione di anonimato perché non era autorizzato a discutere pubblicamente della questione, ha affermato che la Russia si è rifiutata di sostenere l’offerta degli Stati Uniti a meno che alcuni dei suoi diplomatici non fossero stati rimossi dalla lista nera degli Stati Uniti o ammessi. Gli Stati Uniti a partecipare alle riunioni dell’APEC.

Il delegato ha affermato che è improbabile che gli Stati Uniti accettino le richieste della Russia perché le questioni relative alla sicurezza americana sono considerate “non negoziabili”. Il delegato ha aggiunto che la Cina ha taciuto sull’offerta degli Stati Uniti.

Il delegato ha affermato che se i 21 leader dell’APEC non raggiungeranno il consenso sull’offerta degli Stati Uniti entro venerdì, un paragrafo nella bozza di dichiarazione del vertice che accoglie favorevolmente l’offerta degli Stati Uniti dovrà essere cancellato.

Il ministro degli Esteri neozelandese Nanaya Mahuta ha dichiarato all’inizio di questa settimana che l’APEC si basava sul consenso e che non c’era ancora un host confermato per il 2023.

Anche l’avvocato per i diritti umani Amal Clooney ha parlato al vertice del CEO, affermando di ritenere che le democrazie liberali possano migliorare i diritti umani globali esercitando pressioni sugli stati autoritari. Ha detto che anche le imprese devono svolgere un ruolo.

“Se non puoi combattere il male, puoi almeno provare a curare l’indifferenza”, ha detto Clooney. “E se non puoi contare sui governi liberali per risolvere i problemi globali, dovresti cercare di ispirare il settore privato a intervenire”.

READ  "Pieno di bugie": l'Iran attacca il discorso alle Nazioni Unite del premier israeliano | Notizie sull'energia nucleare

Complessivamente, i membri dell’APEC rappresentano quasi 3 miliardi di persone e circa il 60% del PIL mondiale. Ma profonde tensioni attraversano un gruppo di 21 paesi e regioni che includono Stati Uniti, Cina, Taiwan, Russia e Australia.

Molti paesi in Asia cercano di bilanciare le influenze cinesi e americane sui fronti economici e geopolitici.

La Cina rivendica vaste parti del Mar Cinese Meridionale e altre aree, e si è mossa per stabilire una presenza militare, costruendo isole in alcune delle aree contese come conferma delle sue affermazioni storiche.

Sia Taiwan che la Cina hanno chiesto di aderire al Pacific Rim Trade Agreement, il Comprehensive and Advanced Trans-Pacific Partnership, con Pechino che afferma che bloccherebbe l’offerta di Taiwan sulla base del fatto che l’isola governata democraticamente rifiuta di accettare di far parte del governo comunista. Cina.

I funzionari affermano di aver compiuto progressi significativi in ​​circa 340 incontri preparatori prima dell’incontro dei leader di questa settimana. I membri dell’APEC hanno concordato di ridurre o eliminare diverse tariffe e restrizioni alle frontiere su vaccini, maschere e altri prodotti medici importanti per combattere l’epidemia.

——

Gomez segnalato da Manila, Filippine

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x