Il Mars Perseverance Rover della NASA preleva un passeggero indesiderato

Il persistente rover sembra trasportare un passeggero non invitato sotto forma di un masso incastrato in una delle sue ruote. L’immagine della pietra è stata appena scelta come “Foto della settimana” per la Missione della Perseveranza. L’immagine della settimana è scelta dal pubblico. Il 25 febbraio 2022, Perseverance ha scattato questa foto.

Telecamera di prevenzione dei rischi sul lato anteriore sinistro del Rover. Foto scattata da A. Il rover si ferma periodicamente durante la guida per consentire alle telecamere di emergenza di valutare l’ambiente circostante. Le telecamere di emergenza aiutano a valutare i pericoli davanti e dietro il rover, come grandi pietre, buche profonde e dune di sabbia. Le telecamere creano viste 3D dell’oceano che aiutano il rover a prendere le proprie decisioni senza consultare il team di rover a terra ad ogni mossa.

La roccia esiste già da molto tempo, a giudicare dalle foto del 10 marzo. Di sicuro è difficile distinguere dalla foto, ma non sembra essere confinata. Cade durante le normali operazioni?

La roccia non sembra causare danni o impedire le operazioni del rover. Non è la prima volta che un sasso viene attaccato al volante di un rover. L’MSL Curiosity aveva anche un vagabondo roccioso su una delle sue ruote.

Hanno detto che le rocce nelle ruote mobili non sono un problema in passato. Le rocce sono molto morbide e tendono a cadere da sole. L’unico problema potenziale è se le rocce interferiscono in qualche modo con i cavi che si collegano al motore su ciascuna ruota.

La NASA ritiene che i rover possano incastrare le rocce nelle ruote quando attraversano le scogliere. Possono anche arrivarci mentre il rover si muove su un terreno sconnesso e quando il peso del rover rompe le rocce in pezzi. In un articolo del 2017 per Mashable, lo scienziato del progetto Curiosity Ashwin Vasavada ha dichiarato: “Non sappiamo esattamente come le rocce entrano nelle ruote, ma è possibile che possano saltare mentre le ruote (e il pesante rover) rompono i massi e affondano nel terreno intorno alle rocce sciolte.”.

READ  Il "ghiacciaio del giorno del giudizio" in Antartide potrebbe aumentare il livello del mare globale di due piedi

La NASA non sembra essere preoccupata per questo; Altrimenti, cambieranno il design per prevenirlo.

Almeno un rover è finito su Marte per problemi alle ruote, ma non per un blocco di massi. Nel 2009, una delle ruote Spirit Rover della NASA è rimasta bloccata in un terreno soffice. Dopo mesi di manovre attentamente pianificate e tentativi di salvataggio, la NASA ha annunciato che il rover è bloccato. Nel maggio 2011 hanno terminato il lavoro.

La missione Perseverance dovrebbe durare almeno un anno marziano o 687 giorni terrestri. È leggermente in ritardo nel mezzo della sua prevista 373a missione su Marte l’8 marzo. Ma le missioni della sonda su Marte tendono a durare più a lungo del previsto. Spirit and Opportunity doveva durare circa 90 sol, ma Spirit è durato 2.208 sol e Opportunity è durato 5.352 sol. MSL Curiosity è attiva sulla superficie di Marte da più di nove anni e la sua missione principale è stata fissata in soli 687 giorni.

La durata della missione di persistenza pianificata è di almeno un anno intero Mart. Ma ha già superato questo limite e il generatore termoelettrico a radioisotopi multitasking (MMRTG) può durare un decennio o più. Si spera che Perseverance completerà il suo compito, memorizzerà nella cache i campioni per un successivo recupero e troverà persino i dati biometrici salvati. Alla fine, il lavoro sarà fatto. Ma probabilmente non sarebbe perché c’era un sasso nella sua ruota.

Riepilogo notizie:

  • Il Mars Perseverance Rover della NASA preleva un passeggero indesiderato
  • Controlla tutte le notizie e gli articoli degli ultimi notizie spaziali aggiornamenti.
Dichiarazione di non responsabilità: se è necessario aggiornare/modificare questo articolo, visitare il nostro Centro assistenza. Per gli ultimi aggiornamenti, seguici su JununGae Notizia
READ  La sonda Juno della NASA volerà entro 645 miglia dalla superficie di Ganimede

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x