Il miliardario ucraino fa causa alla Russia in tribunale per i diritti umani

L’uomo più ricco dell’Ucraina ha citato in giudizio la Russia nel più grande tribunale europeo per i diritti umani lunedì, chiedendo il risarcimento di ciò che ha descritto come miliardi di dollari di perdite economiche dall’invasione russa.

Rinat Akhmetov, il proprietario dell’acciaieria Azovstal a Mariupol dove i combattenti ucraini hanno sfidato settimane ai bombardamenti russi, ha citato in giudizio la Russia per “gravi violazioni dei suoi diritti di proprietà” alla Corte Europea dei Diritti Umani, la sua holding per la gestione del capitale sistemico . Egli ha detto.

Ha aggiunto che Akhmedov stava anche cercando un’ordinanza del tribunale “che impedisca alla Russia di impegnarsi in ulteriori assedi, saccheggi, diversione e distruzione di grano e acciaio” prodotta dalle sue compagnie.

“Il male non può rimanere impunito”, ha affermato Akhmedov, “i crimini della Russia contro l’Ucraina e il nostro popolo sono orribili e i responsabili devono essere ritenuti responsabili”.

“Il saccheggio delle merci di esportazione ucraine, inclusi grano e acciaio, ha già portato a prezzi elevati e fame di persone in tutto il mondo. Queste azioni barbare devono essere fermate e la Russia deve pagare per intero”.

Alla domanda sulla causa, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che la Russia non è più sotto la giurisdizione della Corte europea dei diritti dell’uomo.

“Abbiamo lasciato (la giurisdizione) i documenti pertinenti. Pertanto, la risposta qui è abbastanza chiara”, ha affermato.

La Russia ha precedentemente negato le accuse ucraine di furto di terra che occupava durante quella che chiama un’operazione militare speciale in Ucraina.

La rivista Forbes ha stimato il patrimonio netto di Akhmedov a $ 15,4 miliardi nel 2013. Da allora, il suo impero commerciale è stato invaso dalla Russia il 24 febbraio e anni di combattimenti nell’Ucraina orientale da quando i separatisti sostenuti dalla Russia hanno sequestrato il territorio nel 2014.

READ  Tempo a Edmonton il 10 maggio: una settimana calda con una buona quantità di sole

Akhmetov ha dichiarato il mese scorso che la sua azienda, Metinvest, il più grande produttore di acciaio ucraino, ha subito perdite per 17-20 miliardi di dollari a causa del bombardamento russo delle acciaierie a Mariupol. Ha detto che l’importo finale sarà determinato in una causa.


(Segnalazione di Max Hander, Montaggio di Timothy Heritage)

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x