Il ministero della Difesa russo chiede maggiore segretezza sulle morti militari in Ucraina

Soldati delle forze filo-russe si riuniscono in una strada durante il conflitto Ucraina-Russia nella città portuale meridionale di Mariupol, Ucraina, 17 aprile 2022. REUTERS/Alexander Ermoshenko

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

LONDRA (Reuters) – Il ministero della Difesa russo ha suggerito che i parenti dei soldati uccisi in Ucraina richiedano un risarcimento alle autorità militari anziché civili, imponendo un ulteriore livello di riservatezza sulle perdite di guerra.

La Russia classifica già le morti militari come un segreto di stato anche in tempo di pace e non ha aggiornato i dati ufficiali sulle vittime in Ucraina per quasi quattro settimane.

Nella sua proposta, il Dipartimento della Difesa richiedeva che i benefici pagati alle famiglie dei soldati morti non fossero supervisionati da funzionari civili, ma piuttosto fossero gestiti dagli uffici di arruolamento. Ha aggiunto che la mossa mirava a “limitare la cerchia di persone” con informazioni sull’uccisione di soldati russi in Ucraina.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

La proposta è apparsa su un sito web di informazioni legali del governo. Non era chiaro quando il governo lo avrebbe riesaminato.

Il ministero ha dichiarato il 25 marzo che 1.351 soldati russi sono stati uccisi e 3.825 feriti da quando Mosca ha lanciato quella che ha chiamato la propria operazione militare in Ucraina il 24 febbraio.

Da allora non ha fornito alcun aggiornamento sulle vittime militari, ma il Cremlino ha parlato di “perdite significative”. L’Ucraina e i governi occidentali hanno affermato di ritenere che le perdite russe siano molte volte maggiori.

(Rapporto Reuters) Redazione di Gareth Jones

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x