Il mondo accoglie con favore lo storico accordo sul grano firmato a Istanbul

Londra/Roma/Bruxelles

Mediato da Turchia e Nazioni Unite, Ucraina e Russia hanno firmato venerdì un accordo a Istanbul sulla ripresa delle spedizioni di grano ucraine dai porti del Mar Nero, una svolta diplomatica accolta con favore in tutto il mondo.

Il governo del Regno Unito venerdì ha salutato lo storico accordo sul grano firmato da Russia, Ucraina, Nazioni Unite e Turchia per riprendere le esportazioni di grano attraverso il Mar Nero.

“(Il presidente russo Vladimir) La barbara invasione dell’Ucraina da parte di Putin significa che alcune delle persone più povere e vulnerabili del mondo corrono il rischio di non avere da mangiare”, ha affermato il segretario di Stato Liz Truss in una nota.

Ora questo accordo deve essere attuato e lo controlleremo per assicurarci che le azioni della Russia corrispondano a ciò che dice”.

Altri paesi hanno accolto favorevolmente l’accordo.

Gli Stati Uniti hanno descritto l’accordo sul grano con l’Ucraina firmato a Istanbul come un “passo positivo” e hanno ringraziato il presidente Erdogan e il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres per i loro sforzi.

Il primo ministro italiano Mario Draghi ha affermato che l’accordo sul grano è “un’ottima notizia” per la comunità internazionale per evitare una crisi alimentare globale.

Anche il coordinatore della politica estera dell’UE, Josep Borrell, ha accolto con favore gli sforzi compiuti dalla Turchia e dalle Nazioni Unite che hanno portato all’accordo.

“L’accordo di Istanbul di oggi è un passo nella giusta direzione” per risolvere i problemi causati dall'”invasione russa illegale dell’Ucraina che ha lasciato milioni di persone a rischio di morire di fame”, ha scritto Borrell su Twitter.

READ  Cosa ha causato lo strano fenomeno che ha colpito oggi i mercati azionari?

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha accolto con favore l’accordo, dicendo: “Il G7 sta lavorando a stretto contatto con partner come la Turchia e altri per garantire che possiamo portare questi cereali fuori dall’Ucraina e nei luoghi del mondo che ne hanno bisogno senza mettere a repentaglio la sovranità e la protezione dell’Ucraina”.

In base all’accordo, raggiunto in un piano guidato dalle Nazioni Unite durante i colloqui a Istanbul, sarà istituito un centro di coordinamento per condurre ispezioni congiunte agli ingressi e alle uscite dei porti e per garantire la sicurezza stradale.

Dopo il plauso internazionale per il suo ruolo di mediatore, la Turchia si è coordinata con Mosca e Kiev per aprire un corridoio dalla città ucraina di Odessa per riprendere le spedizioni globali di grano a lungo sospese a causa della guerra Russia-Ucraina, giunta al suo quinto mese.

Il sito web dell’Agenzia Anadolu contiene solo una parte delle notizie fornite agli abbonati dell’AA News Broadcasting System (HAS) e in sintesi. Si prega di contattarci per le opzioni di abbonamento.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x