Il Nicaragua chiude i rapporti con Taiwan con la vittoria diplomatica della Cina

La dichiarazione del Nicaragua ora lascia poco più di una dozzina di paesi in relazioni diplomatiche formali con l’autogoverno Taiwan, comprese le nazioni dell’America centrale, l’Honduras e il Guatemala.

“La Repubblica popolare cinese è l’unico governo legittimo che rappresenta tutta la Cina e Taiwan è una parte indubbia del territorio cinese”, ha detto giovedì il ministro degli Esteri nicaraguense Denis Moncada in un annuncio televisivo dalla capitale Managua.

“Il governo della Repubblica del Nicaragua ha interrotto le relazioni diplomatiche con Taiwan a partire da oggi e ha smesso di avere qualsiasi contatto o relazione formale”, ha affermato.

La Cina continentale e Taiwan sono state governate separatamente dalla fine della guerra civile cinese più di 70 anni fa. Taiwan è ora una fiorente democrazia multipartitica, ma il Partito Comunista Cinese, al governo, considera l’isola parte integrante del suo territorio, anche se non l’ha mai controllata.

Pechino si rifiuta di mantenere relazioni diplomatiche con qualsiasi Paese che riconosca Taiwan e ha passato la maggior parte degli ultimi 40 anni a cercare di isolare l’isola tagliando i suoi alleati diplomatici con offerte di sostegno economico.

Il numero di paesi che hanno relazioni diplomatiche con Taiwan invece che con Pechino è diminuito rapidamente negli ultimi anni mentre la Cina cerca di aumentare la sua influenza globale sotto il presidente. Xi Jinping.

Nel 2018, El Salvador, Burkina Faso e Repubblica Dominicana hanno dichiarato che non avrebbero riconosciuto Taipei, seguiti dalle Isole Salomone e Kiribati nel 2019.

E anche il Nicaragua potrebbe non essere l’ultimo paese a trasferirsi da Taiwan alla Cina nel 2021.

Il presidente eletto dell’Honduras Xiomara Castro ha pubblicizzare l’idea Abbandonando le relazioni diplomatiche del suo paese con Taipei, che hanno portato a uno sforzo concertato del presidente Tsai Ing-wen e del suo governo per consolidare le relazioni con il paese centroamericano.
Ambasciatore cinese presso le Nazioni Unite Zhang Jun Ha detto su Twitter venerdì Ha detto di “lodare molto” la decisione del Nicaragua di porre fine alle relazioni diplomatiche con Taiwan “che è in linea con la tendenza prevalente all’epoca e con le aspirazioni della gente”.

“Il principio di una sola Cina è un consenso ampiamente accettato dalla comunità internazionale e non consente alcuna sfida”, ha affermato.

READ  Grappoli di granchi rossi causano ingorghi e sciami sulle spiagge dell'isola di Natale in un'epica migrazione verso il mare

Sotto Xi, le relazioni tra Taipei e Pechino sono peggiorate a livelli che non si vedevano da decenni. A ottobre, l’esercito cinese ha inviato un numero record di aerei da guerra in aria intorno all’isola, minacciando di ulteriori azioni militari. Nel frattempo, gli Stati Uniti – che hanno spostato il loro riconoscimento diplomatico da Taipei a Pechino nel 1979 – hanno cercato di sostenere Taiwan sulla scena mondiale con massicce vendite di armi e visite di alto livello da parte di funzionari statunitensi.

L’annuncio di giovedì lascia Taiwan con solo 14 alleati diplomatici, per lo più piccole nazioni dei Caraibi e del Pacifico, oltre al Vaticano.

In una dichiarazione, il ministero degli Esteri di Taiwan ha espresso “dolore e rammarico” per la notizia e ha affermato che, a sua volta, taglierà i rapporti diplomatici con il Nicaragua, fermerà la cooperazione bilaterale ed evacuerà il personale dal paese.

Riferendosi al leader nicaraguense Daniel Ortega, recentemente rieletto, ha detto: “La presidenza di Ortega ha ignorato l’amicizia di lunga data tra taiwanesi e nicaraguensi che hanno condiviso bene e male. Siamo così dispiaciuti di vederlo”.

“Taiwan come parte della comunità internazionale ha il diritto di stabilire relazioni diplomatiche con altri paesi. Continueremo a promuovere la “diplomazia ferma” per espandere il nostro spazio internazionale sopravvissuto, dedicarci al mantenimento della pace e della stabilità regionali e combattere per l’internazionale status di cui godiamo. Merita, protegge Gli interessi di questa nazione e gli interessi della gente. “

Un portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha dichiarato in una dichiarazione che la decisione di stabilire stretti legami con Taiwan “priva il popolo del Nicaragua di un partner stabile nella sua crescita democratica ed economica”.

READ  Grichuk dei Blue Jays sostiene la decisione di spostare l'All-Star Game da Atlanta

“Incoraggiamo tutti i paesi che apprezzano le istituzioni democratiche, la trasparenza, lo stato di diritto e promuovono la prosperità economica dei loro cittadini ad espandere l’impegno con Taiwan”, afferma la dichiarazione.

Ma venerdì, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha accusato gli Stati Uniti di “doppi standard”, secondo l’emittente statale CCTV, osservando che Washington ha mantenuto per decenni relazioni diplomatiche con Pechino.

“Che diritto[hanno gli Stati Uniti]di impedire ad altre nazioni sovrane di fare le proprie scelte?” ha detto Wang.

Secondo la Central News Agency ufficiale di Taiwan, questa non è la prima volta che il Nicaragua taglia i legami con l’isola autonoma. Il riconoscimento si era spostato in precedenza a Pechino nel 1985, anche sotto il presidente Ortega, che attualmente sta scontando il suo quinto mandato non consecutivo.

I due paesi hanno ripreso le relazioni nel 1990, durante la presidenza di Violetta Barrios de Chamorro, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa centrale.

La segnalazione è stata fornita dal corrispondente della CNN Philip Wang ad Atlanta, Caitlin Ho a New York, Matt Rivers a Città del Messico e Wayne Chang ed Eric Chuang a Hong Kong.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x