Il panel del 6 gennaio ha confermato che il segretario alla Difesa Trump ha chiamato l’Italia tramite il cambio di voce del satellite

Il panel del 6 gennaio ha confermato che un alto funzionario della difesa dell’amministrazione Trump aveva chiamato l’Italia in merito a un’indagine sulle accuse secondo cui i satelliti italiani sarebbero stati utilizzati per alterare i voti nelle elezioni del 2020, secondo il rappresentante Adam Kinzinger (R-I). .

Giovedì è stata mostrata una clip durante un’udienza in cui l’ex Segretario alla Difesa ad interim Christopher Miller è stato sentito dire: “La domanda per lui era: ‘Puoi convocare l’addetto alla difesa? [in] Roma e scoprire cosa sta succedendo? Perché sto ricevendo tutti questi rapporti strani e pazzi, e forse l’uomo sulla Terra lo sa meglio di ogni altra cosa. “

Dopo la messa in onda della clip, Kinzinger ha affermato che “il comitato ristretto ha confermato che il segretario Miller aveva effettivamente inviato una chiamata all’addetto in Italia per indagare sull’accusa che i satelliti italiani stavano deviando voti da Trump a Biden”.

Il membro del Congresso, che è stato scelto per guidare l’audizione di giovedì, incentrata sulla campagna di pressione dell’ex presidente Donald Trump per annullare le elezioni del 2020, ha citato questo come un esempio di “fino a che punto si spingerà il presidente Trump per rimanere al potere”.

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ DA WASHINGTON EXAMINER

La giuria del 6 gennaio ha sottolineato la testimonianza dell’ex procuratore generale William Barr e altri che hanno affermato che gli investigatori non sono stati in grado di trovare abbastanza frodi per invalidare i risultati del concorso e annullare la vittoria del presidente Joe Biden.

READ  Best Six: Italia, Caruson avanza alla fase finale dell'Europeo

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x