Il premier italiano Meloni riconosce un’anomalia nella fuga dell’imprenditore russo

Il premier italiano Meloni riconosce un’anomalia nella fuga dell’imprenditore russo

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha riconosciuto un’anomalia nella gestione di un uomo d’affari russo fuggito dagli arresti domiciliari in Italia per evitare l’estradizione negli Stati Uniti, e ha detto sabato che parlerà con il ministro della Giustizia per capire cosa sia successo.

Durante una visita ad Addis Abeba, in Etiopia, la Meloni ha descritto lo stato della tomba di Artium Oss e ha promesso di andare a fondo quando sarebbe tornata a Roma.

US, figlio di 40 anni di un governatore regionale russo, è stato arrestato nell’ottobre 2022 all’aeroporto di Milano Malpensa con un mandato statunitense che lo accusava di aver violato le sanzioni. A novembre, una sentenza della corte d’appello di Milano ha comportato il trasferimento dal carcere agli arresti domiciliari e l’inserimento di un braccialetto elettronico di monitoraggio.

Era fuggito dall’Italia il 22 marzo, il giorno dopo che un tribunale di Milano aveva riconosciuto legale la richiesta di estradizione degli Stati Uniti, ed era comparso in Russia all’inizio di questo mese.

Ci sono sicuramente delle anomalie, ha detto Meloni ai giornalisti in Etiopia. L’anomalia principale, mi dispiace dirlo, è la decisione della Corte d’Appello di concedergli gli arresti domiciliari per un motivo francamente discutibile, e poi di mantenere tale decisione anche dopo che c’è stata una richiesta di estradizione. Perché è evidente in questo caso che il pericolo della fuga diventa più evidente.

Ha accolto con favore la decisione del ministro della Giustizia italiano Carlo Nordio di avviare un’indagine disciplinare, dicendo che dobbiamo essere chiari. Ma ha anche affermato che l’Italia non disponeva di informazioni dettagliate dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sulla natura della persona.

READ  È previsto il cibo caldo d'emergenza per sollevare il morale degli sfollati in caso di catastrofe

Il quotidiano italiano La Repubblica ha riferito sabato che le autorità statunitensi hanno chiarito che il russo presentava rischi di volo estremamente elevati in due note dall’ufficio di Nordio, una del 19 ottobre, due giorni dopo l’arresto degli Stati Uniti, e l’altra inviata dopo che gli erano stati concessi gli arresti domiciliari . Il 25 novembre.

Repubblica ha citato le note in cui si affermava che gli Stati Uniti avevano chiesto agli Stati Uniti di rimanere in carcere in attesa dell’esito del procedimento di estradizione e ha citato sei casi negli ultimi tre anni in cui sospetti sono fuggiti dagli arresti domiciliari in Italia mentre le richieste di estradizione erano pendenti.

Nordew ha assicurato agli Stati Uniti in una nota del 6 dicembre che il braccialetto di monitoraggio elettronico posto sulla Uss e i controlli periodici richiesti con la polizia erano sufficienti, ha detto il giornale. Repubblica ha citato la risposta del tribunale di Milano all’indagine di Nordio affermando che il ministro della giustizia ha il potere in qualsiasi momento di imporre restrizioni più severe a qualcuno nei procedimenti di estradizione.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x