Il presidente del Consiglio italiano respinge le critiche al controverso bilancio

Roma

Martedì il primo ministro italiano, Giorgia Meloni, ha respinto le critiche diffuse sulla prima legge di bilancio del suo governo, che, secondo alcuni osservatori, si concentra più sul rilancio dell’economia sommersa che sul rilancio dell’economia reale.

Lunedì la banca centrale italiana ha criticato i piani per incoraggiare i contanti invece dei pagamenti digitali, una mossa vista come un rischio per l’aumento dell'”economia sommersa” mentre diminuisce gli sforzi per combattere l’evasione fiscale.

Meloni ha detto che le critiche della Banca d’Italia non sono “sostanziali” e ha difeso la portata della manovra.

“La notizia per il governo è che non ci sono state critiche sostanziali da parte della Banca d’Italia”, ha detto Meloni ai giornalisti a margine del vertice Ue-Balcani occidentali in Albania. “Ciò significa che, a mio avviso, è un budget serio e ben fatto che trasmette un messaggio importante… Penso che abbiamo fatto un buon lavoro”.

Il progetto di bilancio, che deve essere approvato dal parlamento entro la fine dell’anno, include uno standard volto ad aumentare il limite legale per le transazioni in contanti a 5.000 euro ($ 5.182) dagli attuali 1.000 euro ($ 1.036). Un’altra misura controversa consente ai proprietari dei negozi di rifiutare i pagamenti digitali per transazioni inferiori a € 60 ($ 62,18).

Tuttavia, molti critici hanno sottolineato che le misure sembravano favorire i ricchi che cercavano di evitare oneri fiscali, piuttosto che aiutare le famiglie e le imprese in difficoltà a far fronte all’elevata inflazione e ai costi energetici.

Meloni ha ripetutamente respinto queste osservazioni, affermando che un uso più ampio del contante non rischia di dare impulso alla massiccia economia sommersa italiana.

READ  San Marino Jinja - Serravalli, San Marino

Tuttavia, il primo ministro italiano, che gode ancora di un alto livello di popolarità dopo aver vinto le elezioni di settembre con un forte sostegno, ha riconosciuto che il suo piano per esentare i venditori dall’accettare pagamenti micro-digitali potrebbe incontrare la resistenza dell’Unione Europea, che ha anche sollevato dubbi sulle misure.

In un video recentemente pubblicato sui social media, Meloni ha affermato che la soglia di 60 euro per i pagamenti digitali potrebbe ancora essere modificata, suggerendo che potrebbe ritirarsi dalla questione tra le crescenti critiche.


Il sito web dell’Agenzia Anadolu contiene solo una parte delle notizie presentate agli abbonati dell’AA News Broadcasting System (HAS) e in forma sintetica. Vi preghiamo di contattarci per le opzioni di abbonamento.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x