― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldIl presidente della Georgia pone il veto alla controversa legge sugli "agenti...

Il presidente della Georgia pone il veto alla controversa legge sugli “agenti stranieri” | Notizie di protesta

Il presidente Salome Zurabishvili afferma che la legge è “essenzialmente russa”, ma si prevede che il parlamento annulli il veto.

Il presidente georgiano Salome Zurabishvili ha posto il veto a un disegno di legge sull'”influenza straniera” che ha scatenato proteste senza precedenti nel paese e ha avvertito Bruxelles che la misura minerebbe le aspirazioni di Tbilisi di aderire all'Unione europea.

Ma il veto di Zurabishvili di sabato rischia solo di ritardare la legislazione proposta, non di ostacolarla. Il Parlamento può annullare un veto attraverso un voto aggiuntivo.

“Oggi ho posto il veto alla legge, che è intrinsecamente russa e contraddice la nostra costituzione”, ha detto Zurabishvili in una dichiarazione televisiva.

I critici hanno affermato che il disegno di legge assomiglia alla legislazione russa utilizzata per mettere a tacere il dissenso. Il disegno di legge richiede che le ONG e i media con oltre il 20% dei loro finanziamenti provenienti dall’esterno della Georgia si registrino come organismi “che perseguono gli interessi di una potenza straniera”.

Se si rifiutano di farlo e rivelano informazioni sensibili sui finanziamenti esteri, dovranno affrontare una multa di 25.000 lari (9.360 dollari), seguita da ulteriori multe di 20.000 lari (7.490 dollari) per ogni mese successivo di non conformità.

Martedì il Parlamento georgiano ha approvato il progetto di legge proposto dal Georgian Dream Party, al potere dal 2022.

READ  Blinken definisce l'ultima risposta dell'Iran alla proposta di accordo nucleare un "passo indietro"

Il partito ha abbastanza voti in Parlamento per annullare il veto del presidente con una maggioranza semplice.

Il primo ministro Irakli Kobakhidze, membro del Sogno georgiano, ha dichiarato che il suo partito è pronto a prendere in considerazione gli emendamenti alla legge proposti da Zurabishvili, se saranno inclusi nel suo documento di veto.

Ma Zurabishvili – che è in contrasto con il partito al potere – ha escluso la possibilità di avviare “negoziati falsi, artificiali e fuorvianti” con il Sogno georgiano.

Giorgi Revishvili, analista politico, ha detto ad Al Jazeera che, sebbene Georgian Dream abbia la maggioranza per annullare il veto, è importante che il presidente faccia questo passo.

“Il presidente ha giustamente detto come è successo [foreign agent’s law] “Questa è una legge russa e contraddice tutti gli standard europei”, ha detto Revishvili.

“C’è anche un cambiamento fondamentale nel panorama politico con la generazione più giovane che diventa sempre più coinvolta nella politica. I giovani sono la forza trainante di queste proteste”, ha aggiunto.

Il progetto di legge sugli agenti stranieri ha suscitato, nelle ultime settimane, massicce proteste nella capitale georgiana, Tbilisi.

Le ONG e i media temono di essere costretti a chiudere se non si adeguano. “L’implicazione è che potrebbero congelare i nostri beni”, ha detto a FRANCE 24 Ika Jejuri, capo della filiale georgiana di Transparency International, una ONG anti-corruzione che opera nel paese da 24 anni.

I critici sostengono che il disegno di legge limiterebbe la libertà dei media e metterebbe a repentaglio il tentativo del Paese di aderire all’Unione Europea.

Gli oppositori del disegno di legge hanno anche affermato che il disegno di legge avvicinerebbe la Georgia alla Russia. Le relazioni tra i due ex stati sovietici sono state tese sin dall'indipendenza della Georgia in seguito al crollo dell'Unione Sovietica nel 1991.

READ  Il Pakistan blocca temporaneamente i social media a causa di possibili proteste | Notizie sull'islamofobia

Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, ha avvertito il 1° maggio che la Georgia è “a un bivio”.

Il portavoce dell’UE Peter Stano ha aggiunto: “Gli stati membri dell’UE sono molto chiari sul fatto che se questa legge verrà adottata, costituirà un serio ostacolo per la Georgia dal suo punto di vista europeo”.

La Georgia ha presentato domanda per aderire all’UE nel 2022, ottenendo lo status di candidato nel dicembre dello scorso anno.

Gli Stati Uniti stanno inoltre esortando la Georgia a non approvare il disegno di legge, affermando che non è coerente con l’obiettivo dichiarato di aderire all’Unione Europea e stabilire una relazione con la NATO.

Il partito Sogno Georgiano insiste sul suo impegno ad aderire all’Unione Europea e descrive il progetto di legge come finalizzato ad aumentare la trasparenza dei finanziamenti alle ONG.