Il primo ministro della British Columbia ha chiesto la rimozione di un giudice in pensione dalla Commissione sino-canadese a seguito dei commenti uiguri

Un gruppo di eminenti cinesi canadesi nella Columbia Britannica chiede al primo ministro di licenziare un giudice e avvocato in pensione da un comitato consultivo regionale dopo aver affermato in un’intervista radiofonica che la risposta del Canada al trattamento della minoranza etnica musulmana cinese uiguri non si basa fatti. .

Victor Hu, uno dei firmatari della nostra lettera aperta, ha dichiarato: “La nostra lettera aperta esprime la nostra profonda preoccupazione per i commenti di Bill Yi”. il messaggio Inviato al primo ministro John Horgan. È il fondatore di una società basata sul web a Vancouver e l’ex direttore del quotidiano Sing Tao Daily a Vancouver.

Ciò è stato confermato da Andrea Chun, un conduttore della stazione radio in lingua cinese A-1 con sede a Toronto Ho incontrato Bill Yi Il 30 marzo in cantonese sulle relazioni canadesi-cino-uiguri nello Xinjiang.

Nell’intervista, Yi ha negato che il governo cinese avesse commesso un genocidio contro gli uiguri.

‘Bugie’

“Queste conversazioni sul genocidio non sono affatto realistiche”, si legge in una traduzione dell’intervista. “Usano queste bugie, quei politici, qualsiasi tipo di legge [facts] Potete provare che la Cina ha commesso un genocidio, quelle misure, quelle politiche? nessuno. Questo è completamente illogico. “

Yee è stato presentato prima dell’intervista come membro dei BC Comitato consultivo della comunità canadese cinese.

Il comitato è stato formato nel 2018 da Horgan per aiutare la contea a rafforzare i legami sociali, economici e culturali tra i membri della diaspora cinese nella Columbia Britannica e in tutto il mondo.

Yee è anche un giudice regionale in pensione, avvocato ed ex membro del Consiglio comunale di Vancouver. È membro del consiglio di amministrazione di una società Museo cinese canadese.

READ  Le forze filippine uccidono il leader di Abu Sayyaf e salvano gli ostaggi | Notizie sui gruppi armati

Durante il programma radiofonico, gli è stato chiesto se i legislatori canadesi accettassero una mozione di febbraio in cui affermava che le azioni della Cina nello Xinjiang occidentale erano in linea con la definizione di genocidio stabilita nella Convenzione sul genocidio delle Nazioni Unite del 1948.

Alla fine di marzo, il Canada si è unito agli Stati Uniti, al Regno Unito e all’Unione europea per imporre sanzioni ai funzionari cinesi sospettati di coinvolgimento in una campagna di persecuzione durata anni contro gli uiguri e altre minoranze musulmane nella provincia cinese dello Xinjiang.

Lo Stato cinese è accusato di aver imprigionato arbitrariamente più di un milione di persone sulla base della loro religione ed etnia e di averle sottoposte a rieducazione politica, lavoro forzato, tortura e sterilizzazione forzata.

La Cina ha negato tutte le segnalazioni di violazioni dei diritti umani nella regione, sostenendo che i campi sono centri di formazione professionale necessari per combattere l’estremismo.

La gente si è riunita a Parliament Hill a Ottawa il 22 febbraio per protestare contro il trattamento riservato dal governo cinese alla minoranza uigura in Cina. (Andrew Lee / CBC)

In risposta alle azioni canadesi sulla questione uigura, Yi in cantonese ha detto durante l’intervista radiofonica che le azioni del Canada non erano basate su fatti e che alcuni politici canadesi avevano un secondo fine, come il commercio con la Cina, per i detti e le sanzioni.

Yi ha anche criticato i politici canadesi nell’intervista, dicendo che i politici occidentali non sanno dove sia lo Xinjiang e non ci sono mai stati.

Ha espresso sostegno a una delegazione delle Nazioni Unite che si rechi nella regione per studiare e monitorare il trattamento degli uiguri.

Hu ha detto che lui e gli altri 12 firmatari della lettera erano indignati dai commenti di Yi, affermando che era un personaggio pubblico “vitale” e che le sue opinioni non rappresentavano la maggioranza dei cinesi canadesi nella Columbia Britannica e le loro opinioni sui diritti umani.

“Chiediamo al Primo Ministro di togliere questo ragazzo dal vostro comitato consultivo perché questa osservazione indica che non ha credibilità … Queste dichiarazioni faranno sembrare la nostra società cinese molto cattiva in Canada”.

CBC News ha tentato di contattare Yee tramite il Chinese Canadian Museum, ma non ha ancora ricevuto una risposta.

Commenti “su”

Il Segretario di Stato per il Commercio della Columbia Britannica, George Zhao, ha risposto alla lettera dicendo che il commento di Ye era “preoccupante”.

Ha detto in una dichiarazione scritta che il boicottaggio sostiene la posizione di Ottawa sulla questione uigura e che Ye stava esprimendo un’opinione personale nell’intervista.

“Abbiamo chiesto al signor Yi di distinguere chiaramente tra le sue opinioni personali e quelle del lavoro del comitato consultivo sino-canadese”, ha detto Zhao, in una dichiarazione.

La durata delle nomine al Comitato consultivo è di un anno. La dichiarazione di Zhao non diceva se Yi si sarebbe seduto per un nuovo mandato.

Zhao ha detto che la provincia sta rivedendo ciò su cui la commissione lavorerà per il prossimo anno, che include sondaggi sulle opinioni dei membri uscenti sulle loro opinioni.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x