― Advertisement ―

spot_img
HomeTop NewsIl Primo Ministro italiano afferma che il voto sull'UE è un "referendum...

Il Primo Ministro italiano afferma che il voto sull'UE è un “referendum su visioni contrastanti” per l'Europa

ROMA, 1 giugno – Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha descritto oggi le elezioni europee della prossima settimana, dove si prevede la vittoria di partiti di estrema destra come il suo, come un “referendum tra due visioni opposte dell'Europa”.

Il partito post-fascista Fratellanza d'Italia di Meloni ha vinto le elezioni nazionali nel settembre 2022 e spera di ripetere la sua prestazione alle elezioni del Parlamento europeo, tenutesi in Italia l'8 e 9 giugno.

Pubblicità

Pubblicità

“Siamo a un punto di svolta e sembra un referendum tra due visioni opposte dell’Europa”, ha detto a migliaia di sostenitori in una manifestazione nel centro di Roma.

“L’Unione europea deve essere un partner degli stati-nazione, non una sovrastruttura che soffoca gli stati-nazione”.

In un discorso di un'ora davanti alla folla nella storica Piazza del Popolo di Roma, davanti a uno striscione che diceva: “Con la Georgia, l'Italia cambia l'Europa”, ha detto che era tempo di un cambiamento simile in tutta l'Unione Europea.

“Abbiamo un obiettivo chiaro… costruire un governo di destra anche in Europa, e mandare la sinistra una volta per tutte all'opposizione… che ha fatto così tanto male al nostro continente in questi anni,” lei disse.

Ha accusato l’UE di concentrarsi troppo sulla regolamentazione – soprattutto sulle questioni ambientali – e di trasformarla in un “paradiso per i burocrati” e “un inferno per coloro che fanno affari”.

I sondaggi d'opinione prevedono che i partiti europei di estrema destra aumenteranno nel voto dell'UE, anche se si prevede che i principali attori alla fine vinceranno.

Meloni è il leader di uno dei due gruppi di estrema destra in Parlamento, i Conservatori e Riformisti europei.

READ  L'Italia arresta Messina Denaro, il boss mafioso siciliano più ricercato

L’altro gruppo è il Gruppo Identità e Democrazia, che comprende il partito Raggruppamento Nazionale guidato da Marine Le Pen in Francia e il partito Alternativa per la Germania.

Sono notevolmente divisi sull’atteggiamento nei confronti della Russia, con il Consiglio europeo della Meloni che sostiene fortemente l’Ucraina mentre si difende dalle forze d’invasione di Mosca. – Agenzia di stampa francese