Il primo ministro pakistano affronta il voto di fiducia dopo il colpo del Senato | Notizie elettorali

Il partito del primo ministro Imran Khan ha detto che si sottometterà al voto di fiducia dopo aver perso un seggio importante al Senato nelle elezioni di mercoledì.

Islamabad, Pakistan – I funzionari del partito hanno affermato che il primo ministro Imran Khan avrebbe dovuto affrontare un voto di fiducia nel parlamento del paese dopo essere stato sconfitto per un seggio chiave alle elezioni della camera alta del paese.

Mercoledì si sono tenute le elezioni per 48 seggi al Senato, la camera alta del parlamento di 96 membri, con i legislatori che hanno votato per tutto il giorno nei consigli di contea della nazione e nell’Assemblea nazionale, la camera bassa del parlamento.

I risultati ufficiali sono attesi giovedì, ma i risultati non ufficiali rilasciati dalla commissione elettorale del paese hanno indicato che il movimento Insaf guidato dal Pakistan di Khan ha subito una grave sconfitta nell’Assemblea nazionale, sconfiggendo il candidato dell’opposizione Abdul Hafeez Sheikh del PTI.

In una votazione imminente, l’ex primo ministro pakistano Yousaf Raza Gilani dell’opposizione Pakistan People’s Party (PPP) ha sconfitto lo sceicco, che attualmente è il ministro delle finanze del paese, con un voto di 169 a 164, secondo risultati non ufficiali.

Il risultato è stato un duro colpo per il PTI di Khan, poiché il suo partito e gli alleati dominano l’Assemblea nazionale, e il risultato è che alcuni membri o alleati potrebbero aver disertato quando hanno votato a scrutinio segreto.

I legislatori pregano per esprimere il loro voto alle elezioni del Senato dell’Assemblea regionale a Peshawar, in Pakistan [Muhammad Sajjad/AP]

Dopo aver annunciato questo risultato, il leader del PTI e il ministro degli Esteri pakistano Shah Mahmood Qureshi ha tenuto un discorso in una conferenza stampa nella capitale, Islamabad, sostenendo che l’opposizione si era impegnata in pratiche di corruzione per influenzare l’elettorato del parlamento.

READ  Kamala Harris ricorda come Beau Biden l'ha sostenuta durante una battaglia con i Banks

Imran Khan e il suo partito hanno preso una decisione unanime [the prime minister] “Cercherà fiducia da questa casa”, ha detto Qureshi.

Sarà chiaro chi è in piedi e dove. Coloro che stanno con Imran Khan saranno visibili, quelli che non stanno con lui o quelli che pensano di preferire un’ideologia. [the opposition]Quindi hanno tutto il diritto di unirsi chiaramente ai loro ranghi “.

Il partito di Khan sta guadagnando terreno

Secondo risultati non ufficiali, il PTI di Khan ha ancora ottenuto i maggiori guadagni nelle elezioni, aumentando la sua quota di seggi al Senato a 26 dai 14 precedentemente detenuti.

Tuttavia, l’opposizione potrebbe mantenere il controllo della Camera alta del parlamento per un pelo, poiché il PPP dovrebbe occupare 20 e 18 seggi per la Lega musulmana pakistana (PML-N).

Insieme ai loro alleati, il PPP e il PML-Nawaz dovrebbero detenere 53 seggi, sufficienti per dare loro il controllo della camera alta del parlamento.

Il Senato pakistano, composto da 96 membri, viene eletto per sei anni scaglionati, con elezioni per la metà inferiore della Camera dei rappresentanti ogni tre anni. I senatori sono eletti dai legislatori provinciali e dai membri della Camera dei rappresentanti.

All’inizio di questa settimana, il partito di Khan non ha tentato di richiedere che il voto si svolgesse a scrutinio palese, nel tentativo di garantire la trasparenza nei voti dei legislatori, quando la Corte Suprema della nazione ha stabilito che la pratica sarebbe incostituzionale.

Le elezioni al Senato della nazione dell’Asia meridionale, condotte a scrutinio segreto, sono state a lungo segnate da accuse di corruzione e irregolarità, ei loro risultati spesso sono in conflitto con i centri di voto ufficiali dei partiti politici.

READ  Le autorità hanno arrestato una donna che secondo l'FBI potrebbe aver tentato di vendere il computer rubato di Nancy Pelosi

Nel 2018, il partito di Khan ha espulso 20 membri per presunte pratiche di corruzione durante le ultime elezioni del Senato, che si sono svolte nel marzo di quell’anno.

I risultati ufficiali delle elezioni di mercoledì dovrebbero essere annunciati giovedì.

Asad Hashem è il corrispondente digitale di Al Jazeera in Pakistan. Sta twittando Incorpora un Tweet

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x